droni nasa

L'agenzia spaziale statunitense si prepara a lanciare missioni guidate dai droni nei cieli australiani nelle prossime sei settimane. La Nasa, infatti, starebbe progettando con la US Air Force il più grande e più sofisticato drone in servizio operativo al momento, dal nome minaccioso: RQ-4 Global Hawk Unmanned Aerial Vehicle (UAV).

volo ipesonico cina

La Cina testa i voli ipersonici. Il 9 gennaio scorso, il paese ha condotto un test di volo di un nuovo missile ad altissima velocità da destinare probabilmente alla difesa. Un veicolo che ha già fatto parlare di sé anche per le cifre da capogiro: durante i test ha raggiunto fino a 10 volte la velocità del suono, circa 12.300 km orari.

A soli 18 mesi dopo il suo viaggio inaugurale, il Pal- V One (Personal Air and Land Vehicle), l'auto volante a motore a benzina, ma già predisposto per funzionare a bioetanolo, diventa realtà. Una realtà commerciale, perché il biposto - secondo quanto scrive il Daily Mail - è stato messo in vendita ufficialmente nel catalogo 2013 di Hammacher Schemmler sotto il nome Helicycle.

Aereo supersonico

Lockheed Martin l'ha messo a punto: è SR-72, il velivolo supersonico erede dell'SR-71. Può raggiungere una velocità pari a 6 volte quella del suono e volare senza pilota. Il drone è potenzialmente il primo mezzo ipersonico ad essere messo in funzione. Con incredibili scenari possibili per il futuro.

Navi anfibie, pattugliatori, elicotteri con visori notturni e droni. Ma anche aerei senza pilota (Uav). Così, il ministero della Difesa, ricorre ai viaggi della morte dei migranti nel Canale di Sicilia.

Sono 8,8 metri di larghezza comprese le ali e può viaggiare a una profondità di 1600 piedi. Anzi, può volare, perché Deepflight Super Falcon è lontano dai tradizionali modelli di sottomarini. Piuttosto, si tratta di un aereo subacqueo, capace di spostarsi a una velocità di 4,5 nodi in modo estremamente silenzioso.

solar impulse aereo

Solar Impulse è atterrato a New York. L'aereo ad energia solare ha attraverso gli Stati Uniti da costa a costa, partendo da Phoenix lo scorso 4 maggio e raggiungendo New York il 6 luglio scorso. Con qualche brivido. Un problema all'ala sinistra ha costretto il velivolo ecologico a rinunciare al volo celebrativo sopra Liberty Island, dove si trova la Statua della Libertà, atterrando all'aeroporto JFK con tre ore di anticipo rispetto alla tabella di marcia, alle 23.10 circa ora locale.

Pagina 93 di 99

Cerca