X-15: pronto l'aereo più veloce del mondo

aereo supersonico

È l'aereo più veloce del mondo e quello in grado di raggiungere un'altitudine che nessun altro aeromobile sarebbe capace di conquistare. E le sue caratteristiche stanno ispirando quella che potrebbe essere la nuova generazione di navicelle spaziali.

Progettato a metà degli anni '50, la North American Aviation X-15 fu incaricata di arruolare i piloti nel regno del volo ipersonico, esponendo il velivolo a velocità e altitudini inimmaginabili. L'X-15, dunque, dopo il suo felice debutto, fu preso ad esempio dall'agenzia spaziale americana per il modello dei suoi futuri velivoli spaziali.

L'aereo somiglia ad una freccia. Una punta molto pronunciata completa una fusoliera dalle ali piuttosto tozze, costruita intorno ad un motore simile ad un razzo, in grado di raggiungere velocità superiori ai 7.270 chilometri all'ora. Per avere un'idea, questo mezzo aereo potrebbe garantire una copertura di viaggio tra Londra e New York di soli 45 minuti.

"Come aeromobile con equipaggio, questo è stato l'apice, ha raggiunto un record che deve ancora essere superato", dichiara Stephanie Smith, una storica della US Air Force. E di strada ne ha fatta, l'X-15. In soli 10 anni, infatti, ha svolto 199 missioni e, in diverse occasioni, il suo unico motore ipersonico ha spinto i suoi piloti al di là dell'atmosfera, in quel limbo che permette di vedere l'orizzonte colorarsi delle gradazioni del blu e del nero.

Lo scopo dell'X-15, oltre a dimostrare che un aereo potrebbe raggiungere lo spazio, prevede anche lo sviluppo di apposite tute spaziali e sistemi di protezione termica nell'atmosfera. Mentre, per quanto riguarda le missioni vere e proprie, queste dovrebbero poter osservare e studiare l'ambiente spaziale mediante appropriate strumentazioni di bordo.

Dell'X-15, in precedenza, poco si sapeva. La storia dell'aviazione lo ricordava solo come “trampolino di lancio” per lo Space Shuttle. Ma oggi che l'era dei viaggi spaziali si sta aprendo ad un pubblico più vasto, questo velivolo ipersonico potrebbe davvero rappresentare la svolta del turismo spaziale. A tal proposito, lo Spaceplane di Virgin Galactic starebbe in effetti acquisendo le sembianze dell'X-15. Proprio come questo, infatti, lo SpaceShipTwo della società verrà lanciato da una portaerei, raggiungerà lo spazio suborbitale ad una velocità supersonica, fino a raggiungere nuovamente la pista di atterraggio. Si prevede che i primi test di volo possano essere eseguiti proprio entro la fine dell'anno. "Noi tutti dobbiamo molto ai pionieri del volo spaziale e all'aeronautica", ammette il CEO di Virgin Galactic, George Whitesides. "Perchè hanno dimostrato che è possibile".

X-15

Rivale della Virgin Galactic è XCOR, che all'X-15 si ispira per la sua navetta spaziale Lynx. "Gli elementi chiave risalgono al velivolo di ricerca della Nasa degli anni '50 e '60", spiega il capo della XCOR, Jeff Greason. "La novità sta nel fatto che il veicolo è più piccolo, commercialmente valido e che abbia le stesse capacità".

Se all'opera sono le aziende private, la Nasa non rimane a guardare. Si chiama Dream Chaser il suo concept di aereo spaziale che potrà essere lanciato in orbita verticalmente mediante un razzo, per poi far ritorno sulla Terra su una pista di atterraggio.

I progetti, quindi, non mancano. E l'aspetto futuristico predomina. Si impongono, infatti, concept di aerei spaziali riutilizzabili che manderebbero in pensione le capsule spaziali. E, probabilmente, le prime società a fare in modo che ciò si realizzi, saranno proprio la Virgin Galactic e la XCOR.

E l'X-15 risponde al modello di una visione del futuro aerospaziale.

Federica Vitale

Image Credit: BBC

Leggi anche:

- Turismo spaziale: Virgin Galactic si prepara al primo volo in orbita

- Spike Aerospace: arriva il primo jet supersonico con gli schermi al posto dei finestrini

Cerca