Luna: problemi per il rover cinese Coniglio di Giada

rover cinese

Il rover lunare cinese Jade Rabbit si trova a dover affrontare alcuni seri problemi meccanici. Tali difficoltà tecniche sarebbero così importanti da non permettergli di portare a termine la propria missione.

Il veicolo a sei ruote denominato Yutu ha iniziato a lavorare il mese scorso, dopo aver effettuato il primo atterraggio controllato sulla Luna mediante una sonda spaziale. Operazione che non avveniva da 37 anni, ovvero dal 1976.

Il rover è stato progettato in modo tale da muoversi sulla superficie lunare, mentre si adopera nel rilevamento di risorse naturali e l'invio dei dati. La missione cinese, avviata nel mese di dicembre e parte del progetto Chang'e-3, era stata schedulata per un periodo di tre mesi.

Il Centro di Controllo Aerospaziale di Pechino ha confermato, proprio all'inizio di questo mese, che Jade Rabbit aveva effettivamente esplorato la superficie della Luna con il suo braccio meccanico. Tuttavia, il veicolo ha avuto problemi a causa di un "ambiente superficiale lunare complicato". Sono stati segnalati, infatti, dei malfunzionamenti emersi prima che il rover entrasse nel suo periodo di stand-by in programma per sabato.

I problemi meccanici sembrano essere collegati al processo della sonda, alimentata ad energia solare, programmata per essere spenta durante la notte lunare, la cui durata è di più di due settimane. La temperatura durante tale periodo scende a -180 gradi Celsius. Yutu, quindi, era rimasto spento per due settimane proprio per resistere a tali temperature proibitive, durante i quali il lato oscuro del nostro satellite non riceve i raggi del Sole.

La sonda, dunque, è rimasta accesa al primo tentativo di spegnimento del secondo periodo di “letargo forzato”, durante il quale è stata in grado di generare energia dai pannelli solari. Ad alimentarla anche una fonte di energia radioattiva per mantenere i suoi sensori attivi e proteggere gli altri strumenti.

L'atterraggio, il primo del suo genere dopo l'ultima missione dell'Unione Sovietica quasi quattro decenni fa e il terzo come atterraggio controllato nella storia, è stato un grande motivo di orgoglio in Cina, dove milioni di persone in tutto il paese hanno assistito ai successi del rover Yutu.

Federica Vitale

Image Credit: Mnn

Leggi anche:

- Tra tre mesi la Cina sbarca sulla Luna

- La Cina sulla Luna: immagini e video

Cerca