Al lavoro sulla Iss fino al 2024

iss 2024

Non è una stella luminosa, ma come tale appare se si ha la fortuna di individuarla. Si tratta della Stazione Spaziale Internazionale che potrebbe rimanere in funzione e operativa ancora per una decina di anni. La Casa Bianca, infatti, ha approvato una proroga per il funzionamento della Iss a partire dal 2020 fino al 2024. quanto affermato dagli stessi funzionari della Nasa.

"Questo è un annuncio di enorme importanza per noi del mondo della stazione spaziale ed anche per tutti i voli umani nello spazio", ha affermato William Gerstenmaier, amministratore associato della Nasa per lo Human Exploration and Operations Directorate. "Dieci anni da oggi è una bella durata, decisione piuttosto strategica e cercata".

L'estensione della presenza della stazione orbitante, del valore di 100 miliardi di dollari, cambierà il modo in cui gli istituti di ricerca e le aziende private continueranno i propri studi, mentre la pianificazione degli stessi avrà un orizzonte più lungo. "Stiamo iniziando ad assistere ad un sacco di vantaggi sulla stazione spaziale, con una diretta applicazione sulla gente qui sulla Terra", ha dichiarato ancora Gerstenmaier, riferendosi alla ricerca che si è condotta nel settore farmaceutico, nella lavorazione dei materiali, del cambiamento climatico, della stampa 3D, della materia oscura e della microgravità. "Abbiamo molto da imparare. Stiamo iniziando a scoprire come l'uomo possa vivere in un ambiente di microgravità di lunga durata e abbiamo davvero bisogno di usare questo strumento unico per capire se davvero sia così".

Possono essere necessari diversi anni per fare in modo che un progetto venga approvato e condotto a bordo della stazione e, spesso, occorre molto più tempo per vederne i risultati. Per questo, alcuni partner commerciali e di ricerca sono stati riluttanti nell'avviare progetti con un periodo di tempo limitato a disposizione.

Questa è la seconda volta che la “vita” della stazione spaziale viene estesa sotto l'amministrazione Obama. La decisione dovrà anche essere approvata dal Congresso, poiché parte del bilancio della Nasa, e ottenere il sostegno da parte del prossimo presidente. "Questa è una buona decisione per la ricerca scientifica e crea maggiore certezza per il settore in crescita dei lanci commerciali", spiega Alex Conant, portavoce del senatore repubblicano Marco Rubio.

Dal momento che il programma Space Shuttle statunitense si è concluso nel 2011, la Nasa ha finanziato la Russia per trasportare gli astronauti americani sulla stazione orbitante grazie alla navicella spaziale Soyuz. Un'estensione della operatività della Iss concederà più tempo alle aziende private americane per iniziare ad inviare astronauti in orbita. Cosa che non accadrà almeno fino al 2017. "L'invio di astronauti americani sulla stazione spaziale dal suolo degli Stati Uniti è stato anche una delle principali priorità dell'amministrazione Obama", scrive sul sito dell'agenzia spaziale l'amministratore della Nasa Charles Bolden, insieme al consigliere scientifico di Obama, John P. Holdren. "Con il primo volo di un equipaggio commerciale previsto per il 2017, alcuni avevano messo in dubbio il valore di un investimento che sarebbe durato solo tre anni. L'estensione della Iss fino al 2024, con un aumento del numero concomitante di voli, farà scendere i costi delle missioni e renderà tale investimento ancora più attraente".

Una recente valutazione tecnica ha rilevato che le attrezzature e l'hardware fisico a bordo della Iss potrebbero operare fino al 2028. I partner internazionali degli Stati Uniti che hanno preso parte a questa valutazione hanno confermato di "voler andare avanti" fino al 2024, ma devono ancora ottenere l'approvazione dei propri governi. Il che potrebbe richiedere anni. "Siamo disposti a fare quello che deve essere fatto se le parti scelgono di prendere una strada diversa", hanno aggiunto.

La Iss è continuamente occupata da più di 13 anni dalla sua prima spedizione nel novembre del 2000. Ed è stata visitata da 204 astronauti. Se dovesse essere improvvisamente abbandonata, quale sarebbe il suo destino?

Federica Vitale

Leggi anche:

- Luca Parmitano, ultimi giorni a bordo della Iss

- Iss: gli astronauti a colloquio con Obama

Cerca