Spirit e Opportunity: 10 anni su Marte

spirit10

Dieci anni fa, i due rover gemelli della Nasa, Spirit e Opportunity, sbarcarono su Marte. Prima arrivò Spirit, il 4 gennaio 2004, dopo un viaggio durato 7 mesi. Il 25 gennaio fu la volta di Opportunity. Ma il primo ha smesso di funzionare quasi tre anni fa. Opportunity invece è ancora al lavoro.

Sei anni di osservazioni e di analisi da parte di Spirit, la cui missione inizialmente doveva durare 90 giorni. Ma le aspettative sono andate ben oltre le speranze della Nasa visto che il rover ha continuato a marciare sul suolo marziano fino al 2010, quando ha festeggiato i 6 anni di lavoro sulla superficie di Marte.

La fine della sua missione è stata decretata dalla Nasa il 25 maggio 2011, quando dopo oltre un anno, si erano persi i contatti col rover, ormai inattivo.

È andata meglio a Opportunity, il gemello numero due. Arrivato su Marte circa 20 giorni dopo il primo, il rover è tutt'ora all'opera insieme a Curiosity. Opportunity ha conquistato un lodevole primato: è la missione operativa più lunga sul pianeta rosso. Il 19 maggio 2010 ha superato il record di "longevità" delle missioni su Marte, fino ad allora detenuto dalla sonda Viking 1 con 6 anni e 116 giorni (2245 sol ossia giorni marziani). Inizialmente, Opportunity avrebbe dovuto lavorare per 90 sol.

Tra le sue più importanti osservazioni quella del primo meteorite caduto su un altro pianeta (Heat Shield Rock), l'analisi del cratere Victoria e lo studio del cratere Endeavour, raggiunto nell'estate 2011 e ancora in corso.

arrivo rover

In definitiva, non è solo quanto tempo i rover funzionano o quanto lontano si spostano l'importante, ma quanto l'esplorazione e la scoperta scientifica di queste missioni hanno permesso di compiere passi avanti”, ha detto John Callas, project manager del Mars Exploration Rover della Nasa.

Entrambi i rover hanno aggiunto nuovi tasselli alla storia marziana, viaggiando nel tempo e nello spazio del pianeta. “Opportunity è ancora in ottima salute per un veicolo della sua età”, ha aggiunto Callas.

I risultati scientifici hanno già fornito importanti progressi verso la comprensione di Marte .

Francesca Mancuso

Foto: Mars.nasa.gov

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Marte: cresciuto troppo in fretta. E intanto addio Spirit

- Marte, Spirit: c'era acqua liquida sul pianeta rosso

- Curiosity e Opportunity di nuovo al lavoro dopo la breve 'vacanza'

Cerca