La Cina lancia la sua prima sonda sulla Luna

cina lancio luna

La Cina ha lanciato la sua prima sonda. E, se tutto dovesse andare secondo i piani previsti, ossia se dovesse riuscire a giungere sulla Luna, questa missione renderà il paese del Sol Levante la terza nazione, dopo gli Stati Uniti e l'ex Unione Sovietica, a raggiungere la superficie lunare.

Il lancio della sonda senza equipaggio ha avuto luogo quest'oggi. A riferirlo la stessa agenzia di stampa Xinhua. La navicella Chang'e-3 è decollata grazie ad un razzo Long March 3B. Il lancio è stato effettuato nella provincia di Sichuan, nel sud-ovest della Cina e la sonda dovrebbe atterrare sulla superficie lunare a metà dicembre.

Il nuovo impegno spaziale arriva poco più di un decennio dopo che la Cina era riuscita ad inviare il suo primo astronauta nello spazio. A differenza del soft-landing degli Stati Uniti e dei veicoli spaziali senza pilota dell'ex Unione Sovietica, Chang'e-3 sarà in grado di rilevare il paesaggio prima dell'allunaggio e di determinare il posto più sicuro dove eseguirlo.

I ricercatori riferiscono che un cratere da impatto denominato Sinus Iridum, o Bay of Rainbows, sarà la sua più probabile destinazione. Nel 2010, ossia durante la precedente missione lunare cinese, si erano catturate le immagini del cratere mentre si sceglievano i potenziali siti di atterraggio della sonda che sarebbe giunta nel 2013.

Una volta allunata, la sonda lascerà scendere il coniglio Jade, Yutu in cinese, ovvero un rover lunare a sei ruote dotato di quattro telecamere e due gambe meccaniche per poter scavare campioni di terreno. È stato un sondaggio pubblico a determinare il nome del robot a energia solare. Un nome che è stato ereditato dalla legenda del coniglietto bianco della dea della Luna cinese Chang'e.

Il rover avrà il compito di pattugliare la superficie lunare per almeno tre mesi, secondo quanto si legge sul sito dell'agenzi a Xinhua. Mentre negli Stati Uniti, gli scienziati sono interessati alla missione cinese perché questa potrebbe interferire con uno studio della Nasa riguardante l'analisi dell'ambiente polveroso lunare. La discesa di Chang'e-3, infatti, rischia di creare un pennacchio evidente di polveri in superficie che potrebbe falsare i risultati delle ricerche già svolte sull'atmosfera lunare proprio dal Lunar Atmosphere and and Dust Environment Explorer della Nasa(LADEE).

Federica Vitale

Leggi anche:

- La Cina invia il rover "Coniglio di giada" sulla Luna

- Tra tre mesi la Cina sbarca sulla Luna

Cerca