Satellite russo piomba nel Pacifico poco dopo il lancio

satellite russo pacifico

È caduto nell'Oceano il razzo russo-ucraino Intelsat-27. Questa mattina, poco dopo il lancio, i sistemi di rilevamento avevano mostrato la perdita dei collegamenti e della telemetria. La sonda, costruita da Boeing Satellite Systems era stata spedita nello spazio a bordo del veicolo di lancio Zenit-3SL dalla base Odyssey situata nel Pacifico.

Ad annunciarlo con una nota sul suo sito è stata Sea Launch che adesso istituirà una Review Board per mancata vigilanza al fine di conoscere le causa principale dell'incidente e fornire ulteriori informazioni sull'accaduto.

Il razzo russo è partito questa mattina qualche minuto prima delle nove dalla base del Pacifico, ma qualcosa è andato storto. Posizionata proprio all'altezza dell'equatore, la base Odyssey è una piattaforma petrolifera riconvertita in base di lancio e gestita dalla svizzera Sea Launch. Intelsat 27 è un satellite geostazionario di comunicazione che avrebbe dovuto fornire servizi di telecomunicazione a sia agli Stati Uniti che all'Europa.

Zenit-3SL e Intelsat 27 hanno subito un guasto durante la prima fase del volo. Tuttavia, a causa di varie anomalie la partenza non è stata seguita correttamente neanche tramite webcast. Solo alcune parti del conto alla rovescia sono state seguite ma senza audio.

"Siamo molto delusi per l'esito del lancio e porgiamo un sincero rammarico ai nostri clienti, a Intelsat, e al loro fornitore di veicoli spaziali, BSSI", ha detto Kjell Karlsen, presidente di Sea Launch. "La causa del guasto è sconosciuta, ma stiamo valutando e lavorando a stretto contatto con Intelsat, BSSI, Energia Logistics Ltd. e i nostri fornitori Zenit-3SL. Faremo quanto ragionevolmente possibile per recuperare questo evento inaspettato e sfortunato.

Francesca Mancuso

Cerca