Tutto pronto per il lancio di Space X Dragon

spacex-dragon

È programmato per domenica 7 ottobre il primo di una serie di dodici lanci stabiliti dalla Nasa e Space X per rifornire la Stazione Spaziale Internazionale. Già la navicella Dragon era partita alla volta dell'attracco alla ISS, ma quello fu considerato il volo “zero”, un test di prova tecnica che avrebbe aperto la strada ai lanci successivi.

Insomma, tutto pronto. Il razzo Falcon 9 e Dragon sono in attesa del “Go!” per l'avvio della missione ufficialmente denominata CRS-1. Anche la ISS conferma di essere pronta per ricevere i rifornimenti. Infatti, Dragon sarà stipata di circa 450 chilogrammi di approvvigionamenti, tra materiali di supporto per le 166 analisi pianificate per gli astronauti della Expedition 33. Tra queste, anche 63 nuove indagini scientifiche.

La navicella sarà in grado di tornare alla base con un cargo di 330 Kg di materiale scientifico, tra cui i risultati delle ricerche in campo medico, della biotecnologia, della scienza dei materiali e della nanotecnologia. Inoltre, saranno trasportati sulla Terra anche 230 Kg di hardware della stazione che verranno prontamente aggiornati.

Un'occhiata ai nuovi esperimenti. Tra questi, particolare riguardo ai meccanismi della biologia delle cellule delle piante, l'impatto delle biotecnologie sulle cellule umane e, infine, alcune dimostrazioni effettuate in ambienti estremi dei diversi nuovi materiali. Micro 6, ad esempio, sarà l'esperimento che permetterà di esaminare gli effetti della microgravità sulla specie di lievito Candida albicans, presente proprio negli esseri umani. Mentre Resist Tubule potrà valutare la microgravità che influisce sulla crescita delle pareti cellulari della pianta Arabidopsis. Il 50 per cento dell'energia generata dalle piante è usata per la creazione di supporto strutturale per resistere alla gravità. L'efficacia dell'esperimento permetterà di capire come i geni che controllano quest'energia operano in microgravità e potrebbe avere importanti implicazioni per il futuro della modificazione genetica delle piante e il rinforzo delle scorte di cibo.

A manovrare il braccio robotico CanadArm2 in occasione dell'aggancio tra la navicella Dragon e la ISS mercoledì 10 ottobre saranno il comandante della stazione orbitante Sunita Williams e Aki Hoshide, ingegnere di volo.

Il rientro della navicella è in programma per la fine di ottobre per mezzo del classico paracadute che attenuerà l'impatto con l'Oceano Pacifico.

Federica Vitale

Cerca