Nasa: il 7 febbraio partirà il secondo volo Space X

Space X

La Nasa ha annunciato che il lancio del secondo volo dimostrativo dei Commercial Orbital Transportation Services (COTS) della Space Exploration Technologies (Space X) avverà il 7 febbraio 2012. Questo in attesa del completamento delle verifiche finali di sicurezza, del collaudo e dei controlli.

L'Agenzia Spaziale Americana ha anche deciso che permetterà a SpaceX di inviare la sua navicella spaziale Dragon, in un unico volo, sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). “Negli ultimi mesi SpaceX ha fatto progressi incredibili, preparando Dragon alla missione verso la stazione spaziale”, ha spiegato William Gerstenmaier, amministratore associato della Nasa per l'Esplorazione umana e Direttorato Missioni operative. “Ci aspettiamo una missione di successo, che aprirà una nuova era nelle consegne di carichi commerciali al laboratorio orbitante internazionale".

Durante il volo, Dragon condurrà una serie di procedure di controllo per testare i suoi sistemi in vista della missione sulla Stazione. I principali obiettivi del volo includono un fly-by della stazione spaziale ad una distanza di circa due miglia per verificare il funzionamento dei sensori e dei sistemi di volo necessari per un atterraggio sicuro. La navicella, se necessario, dovrà anche dimostrare di poter annullare la missione. Dragon effettuerà l’avvicinamento finale all’ISS mentre l'equipaggio della stazione afferrerà il veicolo con il braccio robotico della Stazione stessa.

La capsula sarà ancorata alla Terra rivolta verso il nodo Harmony. Al termine della missione, l'equipaggio invertirà il processo, staccando Dragon dalla stazione per il suo ritorno sulla Terra. In questa fase è previsto l’ammaraggio nell’Oceano Pacifico, al largo della costa californiana. Se la missione sulla stazione non dovesse avere successo Space X, come previsto, effettuerà un terzo volo dimostrativo.

Partito nel 2006, il programma COTS della NASA sta investendo risorse finanziarie e tecniche per stimolare gli sforzi nel settore privato per lo sviluppo di funzionalità di trasporto spaziale sicure, affidabili e convenienti. Attraverso una strategia multifase, il programma consiste nello stimolare l'industria commerciale allo sviluppo di nuovi veicoli spaziali e navicelle da lancio, per creare un nuovo sistema di distribuzione merci in orbita bassa e sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Antonino Neri

Cerca