Soyuz: stasera si parte per l'Iss

soyuz_tma

Chi arriva, chi va. Una settimana fa, abbiamo assistito al rientro dello Shuttle Endeavour, oggi invece vedremo partire la navetta russa Soyuz TMA-02M per la Stazione Spaziale Internazionale. Il lancio avverrà stasera, alle 22.12 (ora italiana), dalla base di lancio russa di Baikonur, nel Kazakhstan.

A bordo ci saranno l'americano Mike Fossum, il russo Sergei Volkov e il medico giapponese Satoshi Furukawa dell'Expedition 28, che giunti sulla Iss andranno a fare compagnia all'equipaggio dell'altra navicella Soyuz, la Tma-21, che porta il nome di Gagarin: i due russi Aleksandr Samokutiaiev e Andrei Borisenko e l'americano della Nasa Ronald Garan.

Complessivamente la durata delle due missioni Soyuz sarà di 9 mesi. Gli astronauti partiti ad aprile rientreranno sulla Terra a settembre, dopo 3 mesi, mentre gli ultimi arrivati rimarranno sulla Stazione fino al 16 novembre.

In questo periodo, essi svolgeranno diversi test di medicina e fisiologia insieme ad alcuni esperimenti riguardanti la coltivazione di pomodori e cetrioli a bordo della Stazione Spaziale per valutare la possibilità di coltivarli in orbita, per gli astronauti impegnati nelle missioni.

Il medico di bordo, il giapponese Furukawa, ha spiegato il tipo di lavoro che verrà condotto sulla Iss. “Purtroppo - ha scherzato - mangiare i cetrioli non è consentito”.

Francesca Mancuso

Cerca