Shuttle Endeavour: finalmente nello spazio e in corsa verso l'Iss con Vittori

Endeavour_2

Lo shuttle Endeavour, alla fine, ce l’ha fatta. Come previsto, alle 14.56 ore italiane, il lancio ha condotto in orbita l’equipaggio della missione STS- 134, tra i quali il nostro Roberto Vittori che incontrerà Paolo Nespoli sulla Iss tra poche ore. L’incontro infatti è previsto domani, mercoledì 18 maggio, quando si aprirà il portellone che divide lo shuttle dalla stazione spaziale una volta che sarà avvenuto l’aggancio. La convivenza tra i due connazionali sarà di pochi giorni poiché anche la missione di lungo termine di Nespoli sta per concludersi ed il rientro è previsto per il 23 di questo mese.

È l’ultima missione anche per Endeavour. E, dunque, una sorta di ‘adieu’ da parte della Nasa alla leadership sui voli spaziali con equipaggio. Infatti, almeno per i prossimi lanci e fin quando non si metterà a punto una nuova navicella per raggiungere l’orbita terrestre, gli Stati Uniti chiederanno un passaggio alla Soyuz dei russi.Ad ogni modo sono ancora molti gli obiettivi della Nasa. Oltre ad avere sempre nuovi impegni ed esperimenti da condurre a bordo della Iss, lo spazio profondo rimane una delle prossime mire dell’agenzia spaziale. In ogni caso l’ultimo vero lancio avverrà con Atlantis che partirà a fine giugno.

Al lancio dello shuttle di Endeavour è stata presente anche la deputata del Congresso Gabrielle Giffords che ha potuto così assistere alla partenza del marito e capitano della spedizione Mark Kelly. Lo ricordiamo, la presenza della moglie di Kelly ha un risvolto umano molto commovente poiché lo scorso gennaio fu vittima di un attentato che l’ha portata a lottare tra la vita e la morte.

shuttle_Endeavour

In diretta sul sito web della Nasa, si possono seguire le conferenze stampa del post-lancio. Inoltre, è possibile reperire i filmati per chi avesse perso il lancio e le fasi di preparazione. È disponibile anche una mappa virtuale che informa sulla posizione attuale dello shuttle.

Federica Vitale

Cerca