Effettuato il primo volo senza pilota in Gran Bretagna

astraea

“Benvenuti sul volo tra Warton ed Inverness, qui è il Computer di bordo che vi parla…” allora allacciate le cinture cari lettori, il primo volo senza pilota, completamente governato da un computer è stato effettuato con successo nei cieli della Gran Bretagna.

La BAE System ha messo a punto il primo “drone” ad uso civile che è decollato da Warton, nel Lancashire, per atterrare ad Inverness, in Scozia. Gli unici passeggeri a bordo del jet da turismo in grado di trasportare 19 persone, erano due piloti che, però, non hanno fatto altro che annoiarsi e bere caffè.

In realtà il vero pilota era il comodamente seduto a Warton ed è stato in grado di controllare da remoto tutti i sistemi di volo. Il volo faceva parte del progetto da 62 milioni di sterline che il governo britannico ha finanziato e al quale è stato dato il nome di Astraea (Autonomous Systems Technology Related Airborne Evaluation & Assessment). Il velivolo era, inoltre, dotato di un sistema in grado di evitare le collisioni autonomamente e chiamato “sense and avoid”.

Oltre ad evitare le collisioni il sistema è anche in grado di fare le sue “previsioni del tempo” e valutare eventuali variazioni da apportare alla rotta - comunicandole ad un pilota a terra via satellite – per evitare le perturbazioni più pericolose.

Naturalmente questo è solo un primo passo, ma lo stesso direttore dell’Astraea, Lambert Dopping-Hepenstal, sostiene che “nei prossimi 10, 20 anni gli aerei senza piloti faranno parte della nostra realtà quotidiana”.

Andrea Pallini

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Aerei del futuro: da Londra a Sydney in 4 ore

- I 5 droni che ci salveranno dalle catastrofi (naturali e non)

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico