Google dedica il suo doodle di oggi allo psichiatra Rorschach

rorschach

Google: vi affascina il Doodle di oggi? Ebbene è dedicato alla memoria dello psichiatra Hermann Rorschach, nato a Zurigo l'8 novembre di 129 anni fa.

Padre delle famose "macchie" che sono alla base dell'altrettanto celebre test della personalità, Rorschach si appassionò durante i suoi studi alla pittura, alle scienze naturali e a un gioco che all'epoca ebbe una grande diffusione, la "Kleksografia". Il gioco consisteva nel versare dell'inchiostro su un foglio che veniva poi ripiegato in due per ottenere degli effetti simmetrici.

Con il tempo e con la laurea in Medicina e la specializzazione in Psichiatria, Rorschach fece di quel gioco unn vero e proprio test di pscicologia che ancora oggi porta il suo nome. Il test comprende dieci immagini create dallo stesso dottore, il quale notò che i pazienti malati di schizofrenia facevano associazioni del tutto diverse dalle altre persone. Il test fu così ufficialmente presentato nel 1921 come mezzo valido per diagnosticare la malattia e come come "test proiettivo".

L'idea sarebbe che quando a una persona viene mostrata un'immagine senza senso - come quelle macchie di inchiostro - la sua mente cerca di interpretarle in ogni caso come qualcosa di sensato. La risposta alla domanda "Che cosa vedi?" svela molto sulla personalità di chi si sottopone al test e nel doodle interattivo di oggi potrete scorrere tra le diverse immagini premendo le frecce all'interno dell'animazione o usando la tastiera.

Con un clic sul link "Condividi quello che vedi" si aprirà un pop-up che mostra i collegamenti a Twitter o G+ per condividere la vostra interpretazione e... farvi due risate con i vostri contatti!

Cerca