Digitali anche da morti: sulla lapide il QR Code rivela la storia dei defunti

rim1

Anche la morte, che da millenni non lascia scampo a nessuno, deve vedersela con le nuove tecnologie. Arriva RIM, Rest in Memory, il nuovo servizio basato sul QR Code o sull'Nfc. Già Facebook aveva aperto le porte a chi passa a miglior vita, offrendo la possibilità di mantenere attiva la pagina, ma con RIM il trapasso diventa a portata di smartphone.

Basta apporre una mattonella RIM sulla lapide del defunto, per renderne nota (anche ai soli autorizzati) la storia. Chi è in possesso di uno smartphone dovrà solo leggere il QR Code per sfogliare l'album di famiglia, o ancora la storia del defunto e i racconti lasciati dagli altri cari.

L'idea è della società italiana Better Days, che per la modica cifra di 60 euro offre una mattonella RIM, i codici di accesso e lo spazio online dove condividere testo e immagini.

Come funziona? Una volta apposta la mattonella col QR Code sulla lapide del defunto, basta visitare il sito www.restinmemory.com e dopo aver fatto il login caricare testo e immagini relative al defunto. Si può anche decidere se permettere a chiunque l'accesso alle immagini e ai testi attraverso la mattonella o se mantenerlo privato. In questo modo, chi si recherà a visitarne la tomba, dovrà soltanto avvicinare lo smartphone alla mattonella per visualizzare foto e racconti. Ecco il tutorial: