New York: wi-fi gratis nel metro

New-York-metro

New York, connessione Wi-Fi anche nel metro. Alcune stazioni della Grande Mela potranno beneficiare della connessione gratuita fornita da Boingo Wireless e offerta da Google ma solo fino al 7 settembre. Dopo il servizio sarà a pagamento.

Entro la fine del 2012 saranno 36 le stazioni newyorkesi nelle quali sarà possibile accedere ad internet, ed entro 5 anni saranno 270. Il prezzo? Tra gli 8 e i 10 dollari al mese. Cifra tutto sommato accessibile, che consentirà di poter navigare sul web, per leggere il giornale, per lavorare e per contrallare la mail mentre si è in viaggio da un capo all'altro di New York.

Da ieri 25 giugno e fino al 7 settembre, la connessione internet Wi-Fi sarà disponibile nelle seguenti linee e stazioni:

• A, C, E station at Eighth Avenue and West 14th Street
• L station at Eighth Avenue and West 14th Street
• C, E station at Eighth Avenue and West 23rd Street
• 1, 2, 3 station at Seventh Avenue and West 14th Street
• F, M station at Sixth Avenue and West 14th Street
• L station at Sixth Avenue and West 14th Street

Come riporta il New York Times, Boingo Wireless, è già il fornitore Wi-Fi per gli aeroporti, e ha collaborato con altre offerte di Google. La connessione internet Wi-Fi si aggiunge alla già esistente iniziativa della città di Transit Wireless, l'azienda che lo scorso anno ha avviato un programma pilota con l'installazione di reti in fibra ottica per le connessioni cellulari su alcune piattaforme. La Metropolitan Transportation Authority ha detto che spera di estendere il servizio ad altre aree.

Sebbene la notizia della connessione internet gratuita potrebbe risultare gradita a tutti, così non è stato per il cablaggio della fibra ottica nel cuore della metropolitana, argomento piuttosto dibattuto a a New York nel corso dei mesi precedenti.

Certo, sarebbe utile per spedire mail e guadagnare tempo, ma molti lamentano la vera e propria "tossicodipendenza" da smartphone che impazzerebbe anche nel mezzo di un treno affollato.

In Italia, per fortuna o purtroppo, non abbiamo questo problema.

Francesca Mancuso

Cerca