Sepios: il robot-seppia che nuota in tutte le direzioni (VIDEO)

sepios2

A guardarlo ricorda una seppia ma è un robot. E proprio a queste particolari creature e alle loro capacità si è ispirato Sepios, nato da un progetto studentesco dell'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia (ETH) di Zurigo.

Il nostro scopo è quello di costruire un robot che utilizzi un particolare tipo di pinne ispirate a quelle delle seppiespiega il team.

Queste ultime sono animali affascinanti e utilizzano un paio di pinne “ondulate” per muoversi avanti e indietro, per ruotare su loro stesse o lanciarsi lontano. Se si voleva ideare un robot sottomarino altamente manovrabile ma tranquillo e immune alle eliche che si aggrovigliano, dunque, le seppie sarebbe state proprio le creature marine da copiare.

Ed è quello che da anni fa un gruppo di studenti di ingegneria meccanica del Politecnico federale di Zurigo, che ha fornito a Sepios un ulteriore set di pinne, permettendogli di muoversi anche verso l'alto e il basso.

Ciascuna delle pinne contiene nove raggi, ognuno dei quali ha una gamma di 270 gradi di movimento. Tali alette si innestano in un corpo centrale che contiene una vescica natatoria meccanica, consentendo al robot di mantenere una data profondità.

sepios

Di Sepios fanno parte anche una telecamera live-streaming, una sensore di profondità e pressione, un laser che misura le distanze, accelerometro, giroscopio e magnetometro, che vengono utilizzati per il controllo dell'assetto. Con una sola carica della batteria, il robot può nuotare per 90 minuti, scendendo ad un massimo di 10 metr.

“Il nostro scopo era quello di costruire un robot nautico che utilizzasse un particolare tipo di pinne ispirandosi alle seppie. Sepios si distanzia dai veicoli nautici classici con la loro unidirezionalità e l'alta manovrabilità. Queste qualità, combinate con il suo aspetto simile a quello della seppia originale e a basso disturbo sono l'ideale per l'avvicinamento ai pesci, diventando così il dispositivo ideale per le riprese della vita marina".