Robot e droni: come leggere il loro pensiero con la realta' virtuale

MIT-droni

Aiutare i robot e i droni a scegliere il percorso ottimale per le proprie consegne. Tutto grazie ad un software. È il nuovo progetto dei ricercatori del MIT che, grazie alla realtà virtuale, si propongono di sviluppare il processo decisionale dei robot.

"Il nuovo sistema di visualizzazione combina i classici proiettori da soffitto con la tecnologia motion-capture ed un software di animazione per proiettare le intenzioni del robot in tempo reale", ha spiegato Ali-Akbar Agha-Mohammadi, ricercatore presso l'Aerospace Lab del MIT Controls.

Normalmente, un robot riesce a “prendere” alcune decisioni. Tuttavia, non si è ancora riusciti a capire cosa realmente porti a determinate scelte. Ma se si riesce a vedere il piano del robot proiettato sul terreno, è possibile collegare ciò che percepisce a quello che fa per dare un senso delle sue azioni.

Ora si è sempre più vicini alla possibilità di visualizzare le informazioni di basso livello in modo fisico, senza dover analizzare il codice o ristrutturare l'algoritmo. E, in futuro, i ricercatori prevedono di utilizzare il sistema per testare le prestazioni dei droni proprio in compiti specifici come la consegna dei pacchi a domicilio. "Immaginate di riuscire a proiettare una serie di appartamenti a Cambridge", ipotizza Agha-Mohammadi. "A seconda di dove il veicolo sia, si può guardare l'ambiente da diverse angolazioni e ciò che vedrà sarà molto simile a quello che vedrebbe se, in realtà, stesse volando".