Lo smartphone del futuro? Un minirobot che ci parlerà all’orecchio

ClothBot

Alcuni ricercatori cinesi hanno inventato il primo robot che si arrampica sui vestiti. Come spiegato da IEEESpectrum, Clothbot è infatti in grado aggrapparsi alle pieghe dei nostri vestiti, arrampicarsi ed appollaiarsi sulla nostra spalla per sussurrarci nell’orecchio.

Clothbot funziona grazie ad un meccanismo di presa che crea una piega sul vestito e, stringendosi su questa piega con le sue due ruote, procede verso l'alto. Per mantenere l’equilibrio ed una traiettoria di arrampicata regolare, ClothBot è dotato di una coda omnidirezionale che cambia il suo centro di gravità per controllare la direzione di movimento su vestiti complessi. Di conseguenza, Clothbot può assumere molte posizioni, avanzando e girandosi, con soli quattro motori.

Il piccolo robot, che è stato presentato all’IEEE International Conference on Robotics and Automation di Shanghai, potrebbe ispirare una nuova generazione di telefoni cellulari, che strisceranno fino al nostro orecchio ogni volta che il nostro telefono squillerà, rivoluzionando il concetto di “telefono portatile”.

Ma i possibili usi del robot arrampicatore non finiscono qui: un dispositivo autonomo come questo potrebbe infatti aiutare persone disabili, amputate o paraplegiche a parlare al telefono. Pesando solo 140 grammi, poi, Clothbot può essere trasportato con estrema semplicità.

Antonino Neri