FitBots: come provare virtualmente i vestiti online grazie ai manichini robot

manichini_robot

Gli acquisti online di vestiti sono sempre stati rischiosi e quindi poco praticati, in quanto ovviamente in questo modo non è possibile provare i capi. Comprare a scatola chiusa suscita paura di sprecare soldi e quindi, soprattutto il pubblico femminile spesso rinunciava a questa forma di marketing. Ma ora forse tutto potrebbe cambiare, grazie a FitBots, l’innovativa tecnologia lanciata dalla compagnia estone Fits.me Virtual Fitting Room, che consente agli acquirenti di provare virtualmente i capi d’abbigliamento, settando misure e forme su un pc.

FitBots sono dei veri e propri manichini robotici virtuali: come in un videogioco, si usano settando sul pc i parametri (misure, forme) e facendo loro indossare il modello scelto. Il camerino virtuale che di fatto in questo modo si realizza dà ai potenziali acquirenti almeno un’idea più precisa di cosa stanno per comprare e di come quel capo potrebbe adattarsi al loro fisico.

La tecnologia fu inizialmente lanciata per gli uomini, in particolare per pubblicizzare una linea di T-shirt della marca inglese Hawkes and Curtis, ma ora, grazie al successo registrato, l’azienda estone ha deciso di tentare l’ingresso nel mercato femminile, dove sono più alti i rischi, ma anche i possibili guadagni.

manichini

Il nostro manichino virtuale femminile FitBot può adattarsi praticamente ad ogni tipo di corpo di donna –annuncia Heikki Haldre, numero uno della compagnia- Questo darà alle signore la fiducia di effettuare acquisti online senza paura di dover restituire alcunché”.

FitBots sembrano dunque voler rivoluzionare il mercato delle compravendite di vestiario, in un mondo sempre più lanciato nel web e nella virtualità. Ora non resta che aspettare di verificare se la rapidità e la comodità di questa innovazione riusciranno ad avere la meglio sulla certezza degli acquisti in modalità reale.

Roberta De Carolis

Cerca