Robonaut 2: a bordo dell'Iss

robonaut_2

Ultimo viaggio per Discovery, ma primo per Robonaut 2, il famoso robot umanoide messo a punto dalla Nasa e da General Motors e giunto a bordo della navicella sulla Stazione Spaziale Internazionale sabato notte. Il robot è arrivato finalmente all'Iss, anche se ancora impacchettato e smontato. Sarà compito degli astronauti assemblarlo e renderlo operativo. La sua collaborazione sarà fondamentale poichè il robot rimarrà in maniera permanente sulla Stazione dando una mano ai 'colleghi umani' durante gli esperimenti e le prove che verranno effettuate nei prossimi mesi. Probabile il suo utilizzo anche durante le cosiddette 'passeggiate spaziali'.

Tutto è filato liscio durante le manovre di aggangio dello shuttle Discovery all'Iss, con l'assistenza, tra gli altri, di Paolo Nespoli. "Abbiamo avuto visite. Benvenuti a bordo", ha scritto l'astronauta italiano su Twitter.

Intanto ieri, gli astronauti hanno lavorato per rendere possibile la prima passeggiata spaziale della missione STS 133, quella di Discovery, col compito di portare il modulo italiano Leonardo dallo shuttle all'Iss. Quest'ultima manovra dovrebbe svolgersi domani, 1° marzo.

Francesca Mancuso

Cerca