Dal Giappone arriva il robot atleta con muscoli artificiali

robot_testa

I robot fanno passi da gigante. Niente di più vero potrebbe essere detto per il congegno 'Atleta' ideato dal ricercatore giapponese Ryuma Niiyama.

Tale robot, infatti, presenta vere e proprie gambe, con un design muscolo-scheletrico che imita la conformazione fisica umana. Al momento, in realtà, è in grado di fare da 3 a 5 passi prima di cadere, ma con un ulteriore perfezionamento, Niiyama potrebbe creare un velocista robot, agile e veloce, al pari di un corridore umano.

Le gambe di 'Atleta' contengono infatti sette serie di muscoli artificiali ciascuno, con sei attuatori pneumatici progettati singolarmente come i muscoli della gamba umana. A completare la sua mimica umana, Atleta indossa un paio di pantaloncini neri.

Per risolvere il problema dell'equilibrio è stata montata sul tronco un'unità di misura inerziale che aiuta il corpo ad orientarsi correttamente, mentre i sensori touch su ogni piede percepiscono i movimenti e le 'sensazioni'.

A differenza dei tradizionali umanoidi, che corrono cambiando la posizione delle loro articolazioni, Atleta si muove in maniera più simile ad un essere umano o anche animale, utilizzando i propri 'muscoli' e 'tendini' per rimbalzare a terra e spingersi.

Passi avanti, concreti, che potrebbero essere utilizzati anche nella creazione di protesi.

Francesca Mancuso

Cerca