Scanner laser 3D per gli incidenti stradali

Incidenti_scanner_3D

Molto presto la polizia inglese utilizzerà degli speciali scanner laser 3D sulla scena degli incidenti stradali, che faranno risparmiare loro tempo e permetteranno di togliere più rapidamente i veicoli dalla strada. Grazie agli scanner 3D - come spiega PopSci.com - la polizia otterrà inoltre una ricostruzione dell'incidente più precisa rispetto a quella derivante dai classici rapporti redatti dagli agenti.

Nel Regno Unito, così come negli Stati Uniti, i veicoli coinvolti, nel caso di lesioni o decessi, devono essere accuratamente registrati e conservati per l'assicurazione ed i successivi processi giudiziari. Per questa ragione, gli agenti della polizia possono bloccare la carreggiata per diverse ore per scattare le foto della scena ed effettuare registrazioni per capirne la dinamica.

Negli USA la ricostruzione dell'incidente è anche un grande business, con esperti pagati dagli avvocati per discutere della velocità, delle traiettorie e della fisica dell’impatto.

Secondo la BBC lo scanner laser 3D scatta un’immagine a 360 gradi della scena di un incidente. Montato su un treppiede, il laser osserva e registra fino a 30 milioni di punti di dati separati, con una risoluzione submillimetrica. Ogni scansione dura quattro minuti, e gli agenti in genere ne effettuano quattro.

L'immagine può poi essere trasformata in un modello digitale 3D, che permetterà agli investigatori di vedere dove si trovano i veicoli gli uni rispetto agli altri, i segni di sbandata ed altre prove.

Negli Stati Uniti alcune imprese private di ricostruzione degli incidenti hanno iniziato ad utilizzare gli scanner 3D, anche se su base limitata. Il mese scorso la Faro Technologies, casa produttrice di scanner 3D, ha tenuto una lezione per spiegarne il funzionamento, mentre il Dipartimento dei Trasporti britannico ha stanziato 3 milioni di sterline per l’acquisto di 20 scanner.

Antonino Neri

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico