Apple: iPhone e iPad valgono un trimestre da 13 miliardi di dollari

morgan_apple

IPad e iPhone regalano un trimestrale da record in casa Apple: Cupertino a fronte dello scorso anno ha registrato un utile netto piu' che raddoppiato, pari a 13,6 miliardi di dollari.

Lo ha annunciato la stessa azienda americana ieri in tarda serata, con un comunicato, precisando un aumento anche dei ricavi, del 73% a 46,33 miliardi di dollari, grazie al balzo di vendite del Melafonino e alle ottime prestazioni sul versante tablet, che slanciano Apple in una posizione di vantaggio nella lotta con il competitor a basso costo messo a punto da Amazon e ormai sul punto di essere lanciato sul mercato.

In particolare, nel primo trimestre dell'esercizio fiscale, terminato lo scorso 31 dicembre, la Apple ha annunciato un utile netto in rialzo del 118% rispetto ai 6 miliardi dello stesso periodo un anno fa.

Il risultato per azione è stato di 13,87 dollari, ben oltre le attese degli analisti che avevano messo in conto 10,08 dollari, in relazione alla volata del titolo che, nelle contrattazioni after-hour, è salito del 9%.

Nel periodo considerato, come scrive Punto Informatico, l'iPhone, con 37 milioni di unità (di cui però non sono noti i dati dei singoli modelli) ha venduto ben più del doppio sia rispetto al trimestre precedente sia rispetto ai 16 milioni di pezzi del trimestre natalizio del 2010. E sia rispetto a quanto previsto dai guru del settore, che fino a pochi giorni fa parlavano di 30,2 milioni di pezzi.

Dal canto suo, l'iPad non è stato da meno, visto che ha superato abbondantemente i 15,4 milioni di pezzi, cioè il 111% in più rispetto ai 7,3 milioni dello scorso anno. A Cupertino è stato un vero e proprio boom, il segno che la Mela è capace di brillare anche senza Steve Jobs. Trascinata, s'intende, dai suoi gioielli più rischiesti sul mercato internazionale.

A condire il successo, infine, un piccolo rammarico: a quanto si apprende Apple avrebbe infatti sottostimato la domanda del Melafonino in Cina. Un monito in casa Cupertino, affinchè ci si equipaggi bene per il prossimo trimestre varcando qualsiasi aspettativa commerciale.

AR

Cerca