Dalle cozze una speciale colla per riparare tessuti e organi

colla cozze

I ricercatori hanno riprodotto le proteine adesive generate dalle cozze per creare una specie di colla che possa essere utilizzata in condizioni e in situazioni in cui la superficie sia bagnata e salata. Secondo gli scienziati, questa caratteristica rende la colla ideale per la riparazione e la ricostruzione di un tessuto danneggiato.

Phillip Messersmith, ingegnere presso la Northwestern University, spiega che l'adesivo potrebbe essere usato per riparare la membrana che circonda il feto nel grembo materno nel caso in cui dovesse rompersi prematuramente. Tale rottura prematura, infatti, spesso porta a doglie premature e, infine, al parto.

Parlando alla conferenza annuale dell'American Association for the Advancement of Science di Boston, Messersmith ha reso noto come la colla sintetica dei mitili aderisca perfettamente al tessuto bagnato. Proprietà che li rende perfetti per la riparazione di questo e di altri tipi di danni interni, nella riparazione delle lesioni, nei traumi e negli interventi di ortopedia ed odontoiatria. Si è anche scoperto che incorporando l'argento alla simil-colla, tale amalgama può effettivamente rivelarsi antibatterico.

L'adesione delle cozze è un processo che coinvolge un notevole accumulo di secrezione di colla ricca di proteine che si indurisce rapidamente all'interno o sulla superficie solida ed è resistente all'acqua. È noto come la colla prodotta dalle cozze permetta ai molluschi di rimanere incollati agli scogli, sostenendo addirittura il peso di un uomo. Questa particolarità si deve alla composizione chimica della sostanza, formata da dopa amminoacidi in grandi concentrazioni, idonea ad opporre una forte resistenza e ad indurirsi in breve tempo.

Diversi aspetti di questo processo hanno ispirato lo sviluppo di alcuni materiali sintetici che potrebbero venire utilizzati nelle applicazioni pratiche. La particolare colla, inoltre, si rivela essere un'opportunità particolarmente interessante per l'applicazione del collante nella riparazione e nella ricostruzione dei tessuti nel corpo umano, dove l'acqua è onnipresente e la sua presenza rappresenta una sfida per il raggiungimento dei risultati desiderati.

Un altro aspetto interessante della ricerca è lo sviluppo e il possibile utilizzo dell'adesivo come base per nuovi polimeri che possono trasportare farmaci alle cellule tumorali.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Le protesi aderiscono meglio con le cozze

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico