Sedia a rotelle: il nuovo prototipo tecnologico per facilitare i movimenti

sliding-wheelchair

Avete mai riflettuto sulle insormontabili difficoltà di chi, per sfortuna o semplicemente per gli acciacchi dell’età, è impossibilitato a fare affidamento sulle proprie gambe? Beh, il designer Cha Inseon evidentemente l’ha fatto, e il suo lungo pensare l’ha condotto a progettare una sedia a rotelle utile e decisamente originale.

Sliding Wheelchair, questo il nome della speciale sedia di Inseon, è un prototipo pensato appunto per facilitare il passaggio dalle ‘rotelle’ al letto senza sforzi eccessivi per il paziente come per la persona che eventualmente se ne occupa.

In che modo? Molto semplice: Sliding Wheelchair dispone di una serie di comandi per sollevarsi ad altezza letto e ‘scivolare’ fino a posizionare il paziente sopra di esso. È sufficiente infatti abbassare una leva per muovere la sedia lateralmente (in modalità scorrimento) fino a che la postazione letto non è stata raggiunta, evitando così lo sforzo sovrumano di chi assiste nel sollevare di peso il paziente ogniqualvolta egli voglia o debba spostarsi da una parte all’altra.

Laddove non si tratti poi di un paziente completamente paralizzato e quindi del tutto impossibilitato a spostarsi da sé (come nel caso degli anziani in buona salute), Sliding Wheelchair può rappresentare un valido aiuto e in alcuni casi addirittura sostituire l’assistenza in casa.

Una buona intuizione quella del giovane designer; in fondo è proprio questo che dovrebbe fare la tecnologia: aiutare le persone. Meglio ancora se si tratta di quelle meno fortunate o ‘stancate’ dal peso dell’età.

Annalisa Di Branco

Cerca