WikiLeaks: in Cina il teletrasporto e un Grande Fratello hi-tech per spiare il mondo

TELEPORTATION_System_3D_by_love1008

WikiLeaks non risparmia neanche la Cina. Pare infatti che in Oriente qualcosa di grosso e particolarmente importante bolla in pentola. Stando alle indiscrezioni, la Cina starebbe lavorando a vari progetti, di cui meritano particolare attenzione lo sviluppo di dispositivi atti al teletrasporto e un particolare sistema biometrico in grado di controllare la popolazione.

Da qualche decennio, ormai, le ambizioni cinesi puntano in alto, affacciandosi su settori come la comunicazione quantistica e il teletrasporto alla Star Trek. Secondo le dichiarazioni di un diplomatico, chiaramente anonimo, “una passeggiata superficiale attraverso i loro laboratori sembra indicare che erano già riusciti ad effettuare il teletrasporto di una singola particella e stanno ora cercando di condurre una doppia particella al teletrasporto quantistico”.

Ma non è tutto. I cinesi si sarebbero inventati anche un particolare sistema biometrico, una sorta di Grande Fratello versione tech che identifica individui attraverso il loro ritmo e l'andatura, calcolando le forze applicate dal piede di una persona durante la deambulazione.

E intanto è di queste ore la notizia dell'arresto in Gran Bretagna di Julian Assange, il 39enne australiano fondatore di WikiLeaks. Che ne sarà delle news 'scottanti' diffuse in quest'ultimo mese qualora Assange sia stato davvero fermato da Scotland Yard? Le rivelazioni riguardanti gli Ufo, promesse dall'uomo più ricercato del momento, potrebbero sparire nel nulla ed essere riavvolte nel mistero?

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico