L'umore? Si cambia con lo smartphone

smartphone umore

È attesa per l'anno prossimo l'introduzione di un piccolo dispositivo che, grazie ad impulsi elettrici, sarà in grado di modificare il proprio stato d'animo con la semplice pressione di un tasto sullo smartphone. Il dispositivo, che prende il nome della startup Thync, attualmente è composto da una serie di elettrodi collegati ad un telefono.

Il suo è un effetto energizzante di breve durata, molto simile alle bibite vitaminiche che bevono gli sportivi. Il cofondatore Jamie Tyler, professore dell'Arizona State University, spiega che il dispositivo può essere utilizzato anche per produrre un effetto calmante molto potente. La reazione, quando è stato testato, ha avuto la durata di un paio di minuti, sebbene in alcuni casi, variando da persona a persona, ha raggiunto circa 45 minuti.

La società ha intenzione di investire 13 milioni di dollari per introdurre i primi prodotti sul mercato. Marom Bikson, professore di ingegneria biomedica presso il City College di New York, ha recentemente utilizzato un prototipo del dispositivo di Thync in uno studio effettuato su un gruppo di 100 persone, incentrato sui suoi effetti calmanti. Bikson afferma che la ricerca ha dimostrato "con un alto grado di attendibilità" che il dispositivo provoca reazioni diverse. "Per alcune persone, l'effetto è davvero profondo. In pochi minuti, queste si sentono significativamente diverse come se avessero assunto un narcotico".

Il dispositivo utilizza una forma di stimolazione transcranica a corrente continua (TDCS). Un sistema già testato in varie forme per molti anni, ma che deve ancora essere approvato dalla US Food and Drug Administration per il trattamento di una determinata malattia.

Nel congegno realizzato da Thync, una corrente elettrica appena percettibile viene applicata sul cranio sia per l'effetto eccitante che per quello rilassante. La maggior parte della ricerca si concentra sul tentativo di utilizzare la corrente elettrica nella possibilità di influenzare direttamente la parte esterna del cervello. I ricercatori di Thync, dunque, hanno scoperto che il loro smartphone era così in grado di creare potenti effetti sui nervi e muscoli specifici, appena sotto la pelle.

Le ambizioni della società si estendono oltre la vendita di uno strumento elettronico. Lo studio, infatti, sta sviluppando una tecnologia che utilizza gli ultrasuoni per colpire il cervello direttamente senza intervento chirurgico o farmaci. “È una nuova frontiera, con un potenziale che non è stato ancora sfruttato", dichiara l'autore dello studio.

Lo studio sull'innovativo sistema da introdurre sugli smartphone potrebbe portare a trattamenti per i disturbi psichiatrici e offrire nuove informazioni sul modo in cui funziona il cervello. Nuove ed ulteriori ricerche, quindi, potrebbero aiutare nei trattamenti della depressione, nei disturbi da stress post-traumatico e nei tremori associati al Parkinson. I vantaggi principali, rispetto ad altre tecniche, potranno interessare aree profonde del cervello, come l'amigdala, associata alle emozioni, e la motivazione. Tuttavia, la tecnologia ad ultrasuoni è in fase iniziale e sarà difficile da indirizzare a parti specifiche del cervello in modo affidabile.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Mood: il maglione che cambia colore in base all'umore

- Il gelato regala emozioni e fa bene all'umore

- Facebook: fa bene all'umore

Cerca