Vasi sanguigni: quelli artificiali creati in laboratorio

vasi artificiali

Ricreati in laboratorio dei vasi sanguigni artificiali, che potrebbero incrementare il trapianto di organi artificiali. Grazie ad uno studio realizzato da Ying Zheng dell'Università di Washington a Seattle, è stato possibile dar vita a dei vasi sanguigni attraverso un gel al collagene.

Il team di ricerca ha iniettato delle cellule endoteliali umane dentro piccoli canali a loro volta all'interno di un gel fatto di collagene. Tali cellule erano large solo pochi micrometri ma quando i ricercatori hanno pompato il sangue all'interno nel sistema, esso si è spostato attraverso i microvasi senza alcun problema.

I ricercatori hanno poi aggiunto una serie di proteine legate alle infiammazioni e hanno così scoperto che esse avevano causato la coagulazione del sangue all'interno del microvasi, come sarebbe accaduto nel corpo umano. Poiché il sistema ha reagito a tali stimoli proprio come l'equivalente naturale, secondo Zheng, ciò potrebbe essere già un passo avanti e in futuro potrebbe essere utile nella realizzazione dei farmaci.

Ma non solo. Durante gli esperimenti, i microvasi hanno dimostrato di riuscire ad integrarsi con due tipi di tessuti differenti. Dato che i canali possono essere indirizzati verso qualsiasi forma, il bioingegnere Linda Griffith del Massachusetts Institute of Technology spera che il sistema possa modellare strutture vascolari complesse tra cui quali l'barriera emato-encefalica, che è difficile da studiare negli animali viventi. Inoltre, aggiunge, i ricercatori potranno studiare nel dettaglio il modo in cui si formano le metastasi.

Adesso, secondo Zheng il passo successivo sarà quello di utilizzare il sistema come punto di partenza per un organo artificiale. Disegnando i canali della forma giusta sarà forse possibile garantire agli organi di avere una quantità adeguata di sangue.

Lo studio è stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Francesca Mancuso

Cerca