WhichApp: l'alternativa italiana a WhatsApp

WhichApp

Di alternative a WhatsApp ce ne sono a bizzeffe. Ora, disponibile da agosto su iPhone e iPad e atterrato recentemente anche su Google Play, WhichApp – creata da sviluppatori italiani – si sta affacciando prepotentemente sul panorama della messaggistica istantanea, forte del fatto che consente di inviare messaggi di testo, audio, video e foto senza mostrare lo stato online né l'ultimo accesso.

Anche quest'app è gratuita e lo scorso 15 dicembre ha superato i 30mila utenti. "Nell'ultimo mese, inoltre, sono stati scambiati più di 700mila messaggi, con un trend in crescita, +125% nell'ultima settimana. Contiamo di raggiungere 2 milioni di utenti nell'autunno del prossimo anno", spiega Mauro Lodadio, manager di Asset Consulting Service Group (ACS), la società che ha sviluppato il progetto.

LE NOVITA' – Punta di diamante della nuova chat è il "traduttore intelligente": si digita il messaggio nella propria lingua e l'app lo traduce automaticamente nelle lingua del destinatario (e viceversa). Le lingue supportate, oltre all'italiano, sono cinese, inglese, francese, tedesco, russo, arabo, spagnolo, portoghese e giapponese.

Tutta l'infrastruttura è protetta da certificati Symantec Norton Secured, leader nella crittografia, e in più, quanto alla privacy, al momento della registrazione al nuovo utente viene assegnato un pin che può essere condiviso al posto del numero di telefono, tenendo questo nascosto.

Disponibile anche la modalità "Ghost", che è comune all'app Snapchat, consente di cancellare i messaggi dopo pochi secondi dalla lettura.Infine, udite udite, odiate le spunte di WhatsApp? Ebbene, sono presenti anche su WhichApp ma con due modalità: la spunta gialla indica che il messaggio è stato inviato, quella verde che è stato recapitato sullo smartphone del destinatario.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Blackout di WhatsApp? L'alternativa e' Telegram ma non solo

Whatsapp e i suoi simili superano gli sms

Tags: ,

Cerca