Con WashApp la lavatrice è a portata di smartphone

washapp

WashApp, ovvero la lavatrice a portata di smartphone. Nell'era delle app per ogni esigenza, dunque, non poteva mancare quella che porta la lavatrice di casa nel mondo virtuale del proprio cellulare. Finalista del Mob App Awards 2014, un contest che premia le migliore app italiane, è Stefania Lobosco, la creatrice di questa simpatica app tutta al femminile già disponibile sia sull'App Store che su Google Play.

In cosa consiste? Si tratta di una vera e propria lavatrice virtuale che dovrebbe aiutare l'utente nelle faccende domestiche. E, per i meno pratici, il vero scopo dell'app sarà quello di scegliere nel vasto database i capi (sono 4 mila i dati registrati, tra abiti, tappezzeria, biancheria e scarpe) e verificare il tipo di lavaggio ad essi più adatto. Molto utile, infatti, è la sezione dedicata ai suggerimenti e a quello che si dovrebbe evitare per non danneggiare gli indumenti. Le sezioni sono suddivise in “Smacchia”, dedicata appunto alle macchie, e “Simboli”, che rendono più comprensibili i simboli sulle etichette. Infine, è disponibile anche un servizio di geolocalizzazione per essere informati circa il meteo e decidere, così, se sia il caso di stendere o meno.

Il contest Mob App Awards 2014 è promosso da SMAU e dagli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. Un'iniziativa che prevede di premiare le migliori app nostrane rivolte ai consumatori e alle aziende e sviluppate per i dispositivi mobili di nuova generazione, come smartphone e tablet.

WashApp è gratuita e, ad oggi, ha già totalizzato 20 mila download. Ulteriori informazioni sono disponibili direttamente sul sito internet della sviluppatrice.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Le 5 app Android dedicate ai cantanti in attesa di Sanremo

- Che influenza fa? L'app per il 'meteo' del virus stagionale

- Trendee Me: l'app che sceglie cosa indossare

Cerca