iGoOn: l'autostop adesso si fa con l'app

igoon cover

L'autostop, uno dei metodi gratuiti per viaggiare, adesso si farà anche con l'app. Il classico pollice alzato per chiedere ad un'auto di fermarsi potrebbe essere sostituito da iGoOn, la nuova applicazione ideata da un team di italiani, in grado di avvisarci se nei paraggi c'è un'auto disposta a dare un passaggio.

Non si paga nulla, ma si usano dei crediti prepagati con un corrispettivo in chilometri . Dopo aver vinto l'ultima edizione dello Startup Weekend di Napoli, iGoOn promette di rivoluzionare i piccoli spostamenti, inserendosi laddove la celeberrima BlaBlaCar non può arrivare. Quest'ultima infatti mette in contatto persone che devono spostarsi tra varie città per condividere l'auto, la versione più famosa del car sharing made in Italy.

iGoOn invece è dedicata agli spostamenti urbani, su brevi tratti. In questo caso però, non c'è un conducente a cui pagare la tariffa concordata in cambio di un passaggio. Quest'ultimo infatti non richiederà con iGoOn uno scambio diretto di denaro: “Se sei un passeggero iGoOn ti addebita dei crediti prepagati. Se sei un automobilista iGoOn ti riserverà tanti vantaggi”, si legge sul sito.

Durante i viaggi condivisi, infatti, chi ottiene un passaggio paga un numero di crediti in base alla distanza percorsa all'automobilista, che potrà a sua volta riutilizzarli come passeggero oppure avere degli altri vantaggi.

igoon1

Come funziona? In primo luogo occorre scaricare l'app. Al momento del bisogno, basta segnalare di avere necessità di un passaggio. iGoOn è in grado di localizzarci tramite il GPS dello smartphone. A quel punto, occorre indicare la destinazione e aspettare. “iGoOn troverà velocemente i tuoi compagni di viaggio ideali”, spiega il team.

Se avete bisogno di un passaggio, sarà comunque necessario attendere prima di usare iGoOn. A maggio verrà rilasciata la beta, ma la versione finale dovrebbe essere pronta in autunno.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Quali sono le citta' piu' smart d'Italia?

Cerca