Pizza: per cucinarla basta...il sole

pizza

Prendete un classico cartone per la pizza, un po’ di alluminio di quello che usate comunemente in cucina, un paio di forbici, e una bella giornata di sole: bene, avete tutto ciò che occorre per cucinare una bella pizza all’aperto senza elettricità e nel totale rispetto dell’ambiente.

Un gruppo di studenti della città di New York sostiene di aver sperimentato e messo a punto un metodo infallibile per costruire un fornetto solare con materiali di uso comune, trasformando così i contenitori per la pizza in piccoli gioiellini da esterni capaci di raggiungere una temperatura di oltre 200 gradi, meno di quanto occorre effettivamente per cuocere una buona pizza.

In realtà basta fare un giro fra le pagine del web per scoprire che l’invenzione non appartiene a questi ragazzi: l’idea del forno solare circola già da anni e lo stesso YouTube è un minestrone di istruzioni e consigli utili per costruire il modello più efficace. Anzi, cercando un po’ se ne trovano persino versioni perfezionate, che utilizzano per esempio la carta velina per il mantenimento della temperatura interna, e versioni meno arrangiate con lastre d’alluminio e box in legno.

L’iniziativa resta comunque apprezzabilissima, a maggior ragione in quanto proposta dalle generazioni più giovani, troppo spesso accusate di noncuranza verso i temi ambientali, mancanza di entusiasmo e pigrizia in generale. In più, non tutti avranno avuto occasione di vedere dal vivo un prototipo di forno solare costruito in pochi minuti, perciò probabilmente vedere una pizza che cuoce lungo le strade di Manhattan, senza fili e senza scottature, avrà sorpreso e fatto sorridere con gradimento parecchi passanti, lanciando la sfida per il futuro della cucina di strada.

In ogni caso, bisogna fare attenzione. Viste le alte temperature che si raggiungono, non bisogna trattare con leggerezza l'originale metodo.

Annalisa Di Branco

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico