2050: a letto col robot

sesso robot

Il sesso con un robot può far aumentare la durata della vita. Incredibile, ma vero. Almeno secondo il sito Transhumanity, dove si afferma che gli amanti robot, soprannominati “sexrobot”, potrebbero contribuire ad estendere la durata della vita umana. E non solo. Gli orgasmi da essi indotti sarebbero di gran lunga superiori in termini di qualità rispetto a quelli umani. Insomma, il sesso cibernetico sarebbe un toccasana per la nostra salute, a beneficio anche della nostra longevità.

Il legame tra orgasmo e salute non è un campo rimasto inesplorato. Alcuni studiosi sostengono che gli orgasmi hanno benefici significativi per la salute. Inoltre, si è osservato come le donne con una più alta frequenza di orgasmi durante il sesso abbiano di fatto vissuto più a lungo.

Tuttavia, qui si parla di robot che possano fare le veci degli uomini. E se soprattutto ultimamente abbiamo visto di umanoidi alle prese con una lunga serie di attività prettamente umane, quella del sesso diventa una questione spinosa. Come potrebbe, infatti, un robot essere “migliore” di un essere umano? Infine, esiste necessariamente una correlazione tra la qualità dell'orgasmo e la longevità? O sarebbe più interessante esplorare il fattore climax?

In quest'ultimo caso, ma solo in questo caso, allora le abilità di questi androidi si dimostrerebbero superiori in un rapporto sessuale, se si considera che una “macchina” non si stanca e, appunto meccanicamente, si ha la possibilità di scegliere il momento e la frequenza che si necessita. Questi umanoidi del sesso, infatti, non sarebbero programmati per provare stanchezza o svogliatezza.

"I Sexbots saranno più desiderabili, pazienti, desiderosi e altruisti della loro concorrenza in carne e ossa; inoltre, saranno dotati delle più prestigiose competenze sessuali tramandate da millenni di manuali erotici, archivi ed esperimenti accademici, e la loro anatomia sarà caratterizzata da dispositivi sofisticati”. Questo è quanto si legge sul sito che ne pubblicizza le caratteristiche “tecniche”.

Se vi ha convinti, si sappia che occorrerà aspettare ancora qualche anno. I ricercatori della Victoria University di Melbourne informano che bisognerà attendere il 2050, lo stesso periodo in cui faranno la loro rapida ascesa anche le prostitute robot.

Forse sarebbe il caso di tornare con i piedi per terra e rivalutare dei metodi, come dire, un po' più tradizionali.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Prostitute e gigolò: nel 2050 saranno solo robot

- Robocom: il futuro è dei robot

- La longevità dei figli dipende dal padre

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico