Scoperti i neuroni specchio nell'uomo

empatia

Guardi una persona “affogare” in un pianto dirotto e ti si lega un nodo in gola. L'empatia esiste e questo lo sapevamo. Quello che non sapevamo è come si provasse. O meglio, l'avevamo immaginato già, quando tra gli anni '80 e '90, un gruppo di ricercatori dell'Università di Parma, coordinati da Giacomo Rizzolatti, scoprì nei macachi i cosiddetti 'neuroni specchio'. Ma parliamo delle scimmie, appunto.

In questi giorni è invece arrivata la prova scientifica che anche negli esseri umani esiste questa classe di neuroni (mirror neurons). A fornirla, il team dell’italiano Marco Iacoboni, dell’Università di Los Angeles, in uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology, che ha fornito quindi la prova diretta dell'attività dei mirror neurons, nel cervello di pazienti cui, per motivi clinici, erano stati impiantati elettrodi.

I neuroni specchio, come suggerisce il nome, funzionano proprio come uno specchio, riproducendo nel cervello azioni o stati d’animo osservati in altri soggetti. In pratica, cioè, si attivano sia quando compiamo un’azione, sia quando la vediamo compiuta da altri. Un amico scoppia davanti ai nostri occhi in una risata a crepapelle, e ci eccita come se fossimo noi stessi a sorridere.

Poi, certo, c'è di mezzo l'etica. Di recente, infatti, l'Università di Trento aveva messo in discussione la presenza di neuroni a specchio negli umani, proprio “perché non è etico impiantare elettrodi nel cervello di persone solo a scopo di ricerca”. E dunque, sarebbe stato impossibile verificarne l'esistenza.

Ma Iacoboni ha spiegato come il problema sia stato superato “coinvolgendo 21 pazienti in cura per epilessia cui erano stati impiantati elettrodi a scopo clinico”. Pertanto, durante il ricovero, i neurofisiologi hanno detto loro di osservare o eseguire certe azioni (come aggrappare oggetti, oppure espressioni facciali). Così, i neuroni specchio si sono accesi e la loro eccitazione è stata registrata in diretta dagli elettrodi.

In tutto è stata rilevata l’attività di 1177 mirror neurons, e ne sono stati trovati alcuni pure in aree neurali, “che svolgono diverse funzioni di visione, movimenti e memoria”, dove finora non si supponeva la presenza. Per questo Iacoboni ha inoltre fatto sapere che “la scoperta evidenzia che i neuroni specchio forniscono un ricco e complesso sistema di 'riproduzione' di azioni e emozioni altrui”.

Augusto Rubei

Cerca