Il testosterone rende l'uomo piu' sincero

testosterone bugia

Il testosterone aumenta la sincerità. Le donne se ne facciano una ragione. L'uomo è per natura più onesto, e ciò dipenderebbe dal suo ormone sessuale, che favorisce la sincerità nei comportamenti sociali. Lo ha scoperto uno studio svolto presso l'Università di Bonn e coordinato dal Prof. Dr. Armin Falk.

Il testosterone, l'ormone che regola le caratteristiche tipicamente maschili, favorendo la formazione dei caratteri sessuali, oltre ad essere connesso all'area sessuale influisce anche sul comportamento degli uomini.

Per scoprirlo, gli scienziati hanno reclutato 91 uomini sani per un esperimento comportamentale: 46 sono stati trattati con testosterone applicandolo alla pelle sotto forma di gel e gli altri 45 con un placebo. Il giorno seguente, gli endocrinologi degli ospedali universitari di Bonn hanno verificato che i livelli ematici di testosterone erano effettivamente più alti in questi soggetti rispetto al gruppo placebo. Né i soggetti né gli scienziati che avevano somministrato le sostanze sapevano chi avesse ricevuto il testosterone e chi il placebo, per evitare eventuali condizionamenti.

I volontari sono poi stato sottoposti ad alcuni esperimenti comportamentali. I soggetti hanno giocato a dadi in cabine separate: più alto era il loro punteggio, maggiore sarebbe stata la quantità di denaro che avrebbero ricevuto come ricompensa. "Questi esperimenti sono stati progettati in modo tale che i soggetti fossero messi nelle condizioni di mentire", riferisce il Prof. Weber, neuroscienziato del Centro di Economia e Neuroscienze (CENS) di Bonn. "Per via delle cabine separate, nessuno sapeva se i loro punteggi reali fossero registrati nel computer, o quelli più alti, al fine di ottenere più soldi."

Tuttavia, gli scienziati sono stati in grado di determinare in seguito se i vari soggetti sperimentali hanno imbrogliato o meno. "Statisticamente, la probabilità per tutti i numeri sui dadi che si verifichi è identico", spiega il neuroscienziato. "Quindi, se ci sono valori anomali nei numeri più alti, questa è una chiara indicazione che i soggetti hanno barato."

I ricercatori hanno poi confrontato i risultati del gruppo trattato col testosterone con quelli del gruppo di controllo, scoprendo che questi ultimi erano risultati meno sinceri: “Questo ha dimostrato che i soggetti dei test con i livelli più alti di testosterone avevano chiaramente mentito meno frequentemente rispetto ai soggetti di prova non trattati", ha riferito il Dott. Armin Falk, uno dei co-atuori dello studio col Prof. Weber.

Se è vero che da una parte l'ormone aumenta orgoglio e la necessità di sviluppare una positiva immagine di sé, dall'altra esso favorisce la sincerità. Anche le donne hanno questo ormone sessuale, ma in misura minore. “Ci sono pochi studi sulle cause biologiche della bugia", spiega l'economista di Bonn. "A questo proposito, questa ricerca ha permesso di fare un grande passo avanti.

Lo studio è stato pubblicato su PLoS One.

Francesca Mancuso

Cerca