Monogamia o poligamia? risponde la scienza!

pinguini

Le donne e gli uomini contribuiscono ugualmente al tramandarsi delle popolazioni? Siamo biologicamente più orientati verso la poligamia o verso la monogamia?

Per rispondere a queste domande, il professore Damian Labuda, docente presso il Dipartimento di Pediatria della Université de Montréal e membro della Sainte-Justine University Hospital Research Center, ha lavorato negli scorsi mesi a capo di una squadra che ha analizzato i dati genomici di tre campioni di popolazione, provenienti da Africa, Asia ed Europa.

I risultati dello studio, pubblicati su American Journal of Human Genetics, rivelano i seguenti risultati.

Anzitutto, in una popolazione strettamente monogama, è lecito attendersi di avere un uguale numero di riproduttori maschili e femminili, e quindi il rapporto di riproduzione sessuale di un uomo a una donna. Al contrario, in una popolazione poligama, in cui i maschi tendono ad avere più di una compagna, il sesso femminile contribuisce maggiormente alla riproduzione. Per questo motivo, il rapporto di riproduzione è dunque superiore a uno.

Gli autori di questo studio stimano che il rapporto di riproduzione oscilli oggi tra l’1.1 e l’1.4: per la precisione, si attesta sull’1,1 in Asia, sull’1,3 in Europa e sull’1,4 in Africa. L'uomo moderno o Homo sapiens sarebbe quindi, di solito, maggiormente portato per la monogamia.

"I nostri risultati permettono una migliore comprensione della struttura genetica della popolazione. Essere in grado di analizzare il rapporto maschio-femmina nella storia degli esseri umani offre nuove scoperte circa l'evoluzione della nostra specie, che, a loro volta, portano ad una migliore comprensione anche di noi stessi, grazie alla conoscenza del passato", ha dichiarato il Dott. Labuda.

I risultati ottenuti possono infine considerarsi particolarmente attendibili, in quanto in linea anche con le raffigurazioni delle popolazioni fornite in passato dagli studi sia della psicologia evolutiva che dell'antropologia contemporanea.

Alberto Marangio

Cerca