Cibo del futuro: pronta la barretta fatta di insetti e larve

barretta vermi

Prima erano vermi e larve di insetti, oggi sono una barretta energetica al musli. Il cibo del futuro per i ricercatori Stefan Klettenhammer e Meinrad Koch, secondo i quali una soluzione di questo tipo è da considerare in vista dell'aumento della popolazione globale.

Stefan, biologo altoatesino di 27 anni, si è laureato presso la Zürcher Fachhochschule, l'Università di Scienze Applicate svizzera con una tesi in “fonti alternative di proteine”. E tali fonti sarebbero proprio gli insetti. Non si tratta di certo di una novità. È noto da tempo che alcune specie hanno un elevato contenuto di proteine ma l'originalità dello studio riguarda il fatto che grazie a una innovativa tecnica è possibile ricavarne il 95 per cento dalle larve. Da destinare infine all'alimentazione umana ma ancheper la produzione di mangime per animali.

Per il suo progetto, Meinrad Koch ha utilizzato il processo sviluppato da Stefan Klettenhammer. Dopo aver estratto le proteine, la sfida affrontata dai ricercatori è stata quella di trovare il dosaggio e la temperatura tali da conservare le proprietà nutrizionali delle larve ma accontentare anche il palato.

Il risultato è stata una barretta inizialmente molto amara, che sapeva un po' di nocciola. Dopo altri tentativi, il sapore forte è stato attenuato. La barretta è stata assaggiata dagli amici dei due ragazzi: “Uno dei miei amici stava mangiando quando ho spiegato la ricetta. Aveva difficoltà a deglutire il suo pezzo ma dopo essere riuscito a superare questa barriera psicologica l'ha mangiata tutta e ha anche detto che era buonaha rivelato Meinrad Koch.

Secondo il ricercatore, gli “ingredienti” estratti dagli insetti possono essere utilizzati in modo intercambiabile per molti prodotti diversi dell'industria alimentare e per i mangimi. “Alimenti ricchi di proteine a base di soia richiederebbero troppa superficie e la produzione di farina di pesce metterebbe in pericolo le popolazioni degli oceaniha detto il biotecnologo.

In alcuni paesi, il consumo degli insetti è una realtà ma in Europa e in America sembra impossibile anche solo l'idea. Ma i preziosi ingredienti, secondo il ricercatore, potrebbero essere utilizzati per sfamare una popolazione in continua crescita, tenendo conto anche del fatto che il consumo globale di carne potrebbe aumentare del 70 per cento nei prossimi 50 anni.

L'idea è stata premiata dall'Accademia svizzera delle scienze tecniche anche se il metodo non è ancora su scala industriale.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

I 7 insetti che potremmo mangiare in futuro

Piu' intelligenti? Basta mangiare gli insetti

Gli imballaggi del futuro sono biodegradabili e commestibili

Cibo del futuro: sarà la carne da laboratorio ad alimentarci? Ma i costi sono alti

Tags: ,

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico