Facebook: i primi 8 anni e il debutto in borsa

facebook-front

Si preannuncia un anno d’oro per Facebook che, dopo aver festeggiato i suoi primi 8 anni e raggiunto 800 milioni di utenti registrati in tutto il mondo, con la presentazione dell’IPO (valore stimato per il 10% dell’azienda 10 miliardi di dollari, la più ricca della storia della Rete) si prepara al debutto in borsa.

Il rapidissimo sviluppo del social network più famoso al mondo aveva lasciato immaginare la quotazione in borsa già due anni fa, ma il fondatore e CEO Mark Zuckerberg non aveva acconsentito, temendo un eventuale danno alla politica della società, basata più sulla creazione di ottimi prodotti che sulle azioni.

Probabilmente Zuckerberg Facebook non l’avrebbe mai quotato, ma alla fine ha dovuto cedere a causa di una legge federale che obbliga le società con più di 500 azionisti a rendere pubbliche le proprie informazioni finanziarie. Per sapere se il social network vale realmente i 100 miliardi di dollari annunciati dal Wall Street Journal a fine 2011, Wired ha intervistato l'economista Oscar Giannino: “Per poter esprimere giudizi di valore di un qualche fondamento su Facebook non sappiamo ancora abbastanza. Come tutte le società non quotate inferiori ai 500 soci, secondo le leggi americane può tenersi quasi tutti i dati nel cassetto”.

Continua: “Il giro d'affari 2011 stimato è stato di 3-4 milioni di dollari, ma è una forbice amplissima, e lo stesso vale per il margine di utili: c'è chi dice 300 milioni, chi oltre 500. C’è da dire che Facebook ha solo 3.000 dipendenti (contro i 90.000 di Microsoft ed i 31.000 di Google), ma quale sia la marginalità pubblicitaria, e su che valutazioni e proiezioni di commercializzazione e profilatura clienti aperta a terzi si basino le prospettive di crescita della piattaforma in realtà noi non lo sappiamo, e saranno i banchieri d'affari che dovessero pilotare l'IPO a scrivere le carte su cui il mercato abboccherebbe. Ad oggi sono tutte congetture, l'unica cosa di cui sono certo è che un multiplo di 20 o addirittura 30 volte il fatturato è completamente lunare”.

Antonino Neri

Cerca