Casa del futuro: i 10 modi per renderla ecologica

casa_green

Una casa può diventare un tempio dell’ecologia in molti modi, che sfruttano i materiali con cui è costruita, i sistemi di gestione dei rifiuti, le metodologie di filtrazione dell’aria, e molti altri. Qui di seguito dieci suggerimenti per evitare di inquinare se stessi e gli altri anche a casa.

1. Modificare i propri elettrodomestici. Tali apparecchiature costituiscono circa il 18 per cento della spesa totale del mantenimento di una casa. Osserviamo però quanta energia si può risparmiare fornendosi di quelle di ultima generazione, a risparmio energetico. Riportiamo l’esempio del frigorifero, che rappresenta lo strumento a maggiore consumo:

Classe

Consumo annuo

A

< 300 kWh

B

300 - 400 kWh

C

400 - 560 kWh

D

563 - 625 kWh

E

625 - 688 kWh

F

688 - 781 kWh

G

> 781 kWh

dove le classi sono le categorie energetiche stabilite dall’Unione Europea, mentre i valori sono dati in kWh, ovvero i kW consumati dall’apparecchio in un’ora. Come si può notare, il risparmio può superare il 50 per cento.

1

2. Installare rubinetti a basso flusso. Questa misura consente di risparmiare acqua senza sacrificarne la pressione. Non solo il costo di installazione è irrisorio (circa 11 euro) con procedure semplici, ma il risparmio è di circa 210 euro annui.

rubinetto

3. Controllare la temperatura. Il termostato dovrebbe essere mantenuto spento in climi freddi e acceso in quelli caldi. Infatti ciascun grado al di sotto dei 20°C fa risparmiare il 5 per cento in più di energia di riscaldamento, mentre mantenendo il termostato a 25°C durante i climi caldi risparmierete energia e soldi. E a proposito di temperatura, meglio cambiare mensilmente i filtri della caldaia, e magari acquistarne una di ultima generazione, che consente di avere un’efficienza fino al 25 per cento in più rispetto ai vecchi modelli.

3

4. Usare coibentazioni isolanti per lo scaldabagno. Isolare lo scaldabagno e le relative tubature è economico e vantaggioso. Infatti la coibentazione costa tra gli 11 e i 15 euro per l’apparecchio e meno di 1 euro ogni 180 cm circa di tubatura. Questa misura fa risparmiare perché limita il raffreddamento dell’acqua dovuto alla temperatura esterna.

4

5. Usare detersivi ecologici. Molti agenti di pulizia attualmente utilizzati per l’igiene della casa sono nocivi per l’ambiente, se non per la salute stessa delle persone. Ma è altrettanto vero come possano essere facilmente sostituiti da analoghi che non manifestano questi problemi. Dagli oli vegetali al posto del petrolio nei detergenti, alla salvia al posto del triclosano come agente antifungino per le piante, tutto questo, se non farà risparmiare molti soldi effettivi, ne farà risparmiare molti di più in medici e medicine.

detersivi-alla-spina

6. Usare il bamboo per i pavimenti in legno. I bamboo sono le piante legnose a più rapida crescita in tutto il mondo; possono infatti crescere anche fino a 60 centimetri al giorno, e quindi, laddove un altro albero usato per i pavimenti impiega tra i 40 e i 100 anni per ricrescere, il bamboo appena 4 o 5. Per questo il materiale è considerato ecologico.

6

7. Ridurre al minimo le vernici contenenti composti organici volatili (Voc). Al di là della legge, entrata in vigore l’1 Gennaio 2010, che limita di molto l’utilizzo di queste componenti chimiche, effettivamente il loro effetto sulla salute e sull’ambiente può essere rischioso, perché la loro facile evaporazione fa sì che si riversino nell’ambiente vapori potenzialmente nocivi. In particolare l’esposizione ai Voc contenuti nelle pitture convenzionali, secondo l’Agenzia per la Protezione Ambientale statunitense, può causare a distanza di anni attacchi d’asma, irritazione agli occhi e alle mucose, nausea e spossatezza. L'esposizione prolungata può causare patologie gravi come tumori.

7

8. Scegliere un design climatico. Con questo design le finestre, le mura e i pavimenti sono costruiti in modo da raccogliere, immagazzinare e distribuire l’energia solare sotto forma di calore durante l’inverno, e in modo da respingere il calore in estate. Il vantaggio è evidente: in questo modo si limita molto l’utilizzo di apparecchiature elettriche per la climatizzazione.

8

9. Usare materiali riciclabili e/o ottenuti da fonti rinnovabili. Non necessariamente si deve usare la plastica per ogni cosa, e comunque ora esistono le versioni biodegradabili. Si può anche pensare ad un posto dove riciclare i propri rifiuti, o comunque effettuare con regolarità la raccolta differenziata.

9

10. Usare alcune precauzioni riguardo al sito di costruzione dell’edificio. Qui di seguito solo alcuni suggerimenti:

a. Proteggere l’habitat di piante e uccelli

b. Prevedere un naturale drenaggio

c. Assicurarsi che le vernici e i solventi avanzati non siano sotterrati nel sito

d. Controllare che non ci sia spreco di materiali di costruzione

10

Roberta De Carolis

Cerca