Il primo Apple venduto all'asta per 158mila euro. Presto in un museo italiano

apple1

A pensarci anche la Apple è stata piccola, e Steve Jobs a Steve Wozniak lo sanno bene, quando nel 1976 crearono insieme il primo computer Apple, che oggi, dopo circa 35 anni, finisce tra le mani dell'imprenditore e collezionista torinese Marco Boglione, patron di Basic-Net, al prezzo di 133.250 sterline, circa 158mila euro, acquistato presso la casa di aste Christie's di Londra.

La Mela I, sembra il titolo di una serie televisiva, ma è semplicemente il primo prototipo di pc realizzato dal Ceo di Cupertino, che secondo quanto si apprende, "potrebbe trovare presto posto nel museo della rivoluzione informatica".

il modello di una serie di altri 200 dispositivi, di cui al momento solo 50 ne sono rimasti in circolazione. Insieme al 'computer di antiquariato', inoltre, Boglione ha ricevuto anche una lettera autografa da Steve Jobs.

Proprio per lui, il proprietario di Robe di Kappa e Superga, appassionato e fanatico del modernariato informatico, che conserva più di 300 pezzi di vecchia data: dalle firme IBM, Commodore, Apple e altri gingilli.

Come un Altair 8800 del 1975, "uno degli esemplari più preziosi che colleziono - ha spiegato l'imprenditore a La Stampa - perché viene considerato il primo personal al mondo: è l'apparecchio con cui Gates e Allen hanno scritto i programmi per dare vita all'avventura di Microsoft".

Si attende dunque solo la prima "apparizione ufficiale" della Mela pià storica del pianeta, che stando alle parole di Baglione dovrebbe arrivare "nello store K-Way che verrà inaugurato in via Roma (Torino) ai primi di dicembre".

Augusto Rubei

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico