A3 Salerno-Reggio: i piloni dei ponti diventano citta' verticali

Salerno ponte grattacielo3

Grattacieli al posto dei piloni dei ponti presenti sulla Salerno-Reggio Calabria. È questa la futuristica idea di Manal Rachdi dello studio francese Oxo Architectes. Trasformare le inutilizzate strutture in abitazioni, uffici, scuole e negozi, in attesa che il governo italiano possa trovare i fondi per l'autostrada su cui si lavora da ormai 50 anni.

Tutto comincia quattro anni fa, quando il governo decide di prendere un tratto della strada fuori uso e di costruire una nuova strada principale. In quell'occasione viene lanciato un concorso di idee, alla ricerca di un nuovo modo per utilizzare le vecchie infrastrutture, in particolare i viadotti in cemento non ancora pronti e al momento (e chissà per quanto) inutilizzabili.

La proposta vincente è stata quella dello studio Oxo, frutto del lavoro congiunto di Manal Rachdi, Samuel Nageotte, Philippe Rizzotti e Tanguy Vermet.

Grattacieli al posto dei piloni. Già così l'idea appare futuristica ma lo è ancora di più se si pensa che ad essi si potrà accedere dall'alto, non dal basso come accade di solito. La parte superiore del ponte infatti sarebbe un passaggio pedonale con una sezione dedicata alle auto. Da lì, attraverso un apposito sistema di ascensori, si accederebbe alle abitazioni, situate nei piloni.

Salerno ponte grattacielo5

Chiaramente non edifici qualunque ma costruzioni quasi del tutto autosufficienti sia per l'elettricità, garantita dal fotovoltaico, che per il calore, coperto dai sistemi geotermici e da altri fonti rinnovabili, insieme al recupero delle acque piovane.

Salerno ponte grattacielo progetto

“Il governo chiedeva un modo sostenibile per preservare i ponti. Erano così belli e la loro posizione era così strategica che abbiamo pensato di trasformarli in abitazioni,” ha spiegato Manal Rachdi.

Salerno ponte grattacielo progetto2

I tanti viadotti che puntellano la mai finita A3 potrebbero dunque trasformarsi, almeno sulla carta, in tanti villaggi eco-sostenibili accessibili dall'alto, con vista sul mare e sulle colline della Calabria. Non mancherebbero negozi e centri ricreativi.

Salerno ponte grattacielo1

Secondo il progetto, ogni appartamento, ufficio o negozio sarà inserito negli spazi della struttura del ponte esistente, senza modificare molto la forma attuale, viste da lontano.

Salerno ponte grattacielo2

Quante persone potrebbero abitare i grattacieli? Da solo, il viadotto Favazzina poterebbe ospitare 240 abitazioni ma l'insieme dei ponti porterebbe tale cifra a 2.500 con un investimento di 22 milioni di euro per garantire l'autosufficienza energetica. Una cifra elevata nel complesso ma pari ad appena 5.500 ad abitazione.

Francesca Mancuso

Foto: Oxo Architectes

LEGGI anche:

Organic City: le città del futuro sono 'lune' poggiate sul mare

Come saranno le città del futuro?

Eco-City: la città del futuro dentro una cupola di cristallo

Cerca