La tecnologia non è tutto: la nuova campagna di Wind

tecnologia wind

Per sapere vostro padre come sta, come vi comportate? Gli fate una telefonata, andate a trovarlo, o gli inviate una e-mail? E per ricontattare un amico o un fratello che non vedete da tempo?

Certo, alzare la cornetta in questi casi può essere la prima cosa istintiva da fare. Ma ci sono cose che non si possono dire al telefono, né tanto meno in una e-mail o in una chat.

Se qualcosa di buono la tecnologia ha fatto è stato quello di avvicinarci un po' tutti. Presi con le pinze, i nuovi sistemi di comunicazione sono un modo semplice e veloce per (man)tenere i contatti con chiunque. Ma vuoi mettere parlare vis a vis e comunicare uno di fronte all'altro?

A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto: un grande brand come Wind lo sa e per questo invita tutti a stare più vicini, ammettendo che "la tecnologia è potente ma non onnipotente".

In questo modo, Wind, che è il terzo operatore mobile italiano e il primo operatore alternativo di telefonia fissa in Italia, prende una posizione più che mai vicina alle persone e alla verità dei loro sentimenti. E lo fa con un tenerissimo cortometraggio, quattro minuti di dolcezza infinita in cui un figlio sente la pura esigenza di parlare – da vicino – col papà.

Il corto è destinato al web, per il semplice motivo che la rete ben si presta a una storia che va oltre i 30 secondi ed è in grado di raggiungere un pubblico più ampio e giovane.

Il cortometraggio (con la regia di Giuseppe Capotondi) ha come protagonista un uomo che nelle azioni di ogni giorno rivive momenti del passato: ricordi di lui da bambino, quando giocava col padre. I primi baci, le prime esperienze di guida. E suo padre, ad accompagnarlo in ogni momento. L'uomo più volte cerca mettersi in contatto col papà, prima col cellulare, poi con una mail, ma sente che ha bisogno di un contatto più autentico e decide di mettersi in viaggio verso la casa dei suoi genitori.

Il video si chiude con una frase emblematica, che racchiude perfettamente il messaggio che Wind vuole comunicare: "A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto".