Volunia: il motore di ricerca del futuro

volunia

Volunia. Uniamo le "parole volo e Luna", per simboleggiare "il balzo che il motore di ricerca garantisce". Programmato in dodici lingue diverse, rivolto a ogni continente, la struttura hardware è concepita per crescere e soddisfare la crescita degli utenti a livello mondiale.

La rivista Forbes l'ha definito "un'idea sorprendente", Bloomberg non si è di certo perso la notizia. Per noi, in Italia, è quasi un vanto, perché la rivoluzione di internet sembra partire proprio dal Belpaese: dopo quasi quattro anni di lavoro è stato infatti presentato il nuovo motore di ricerca Volunia del professore Massimo Marchiori.

Lo studioso padovano, celebre per aver ideato l'algoritmo alla base della filosofia Google, ha lanciato il suo progetto in diretta streaming dall'Università di Padova e illustrato il risultato del lavoro del suo team, anch'esso tutto italiano.

Lo ha fatto usando una metafora: quest'anno, ha detto, è l’anno della liberazione delle galline perché l’Unione Europea ha stabilito che dal 2012 non potranno più essere allevate in gabbie. "Ecco, anche gli utilizzatori di Internet finalmente con Volunia possono uscire dalle rigide gabbie del web e liberarsi in modo più ricco nel cogliere le immense possibilità della rete".

Parliamo di un motore di ricerca che unisce le funzioni tipiche del search a quelle dei tradizionali social network, accompagnando gli utenti nella navigazione. Riassunto nel motto ''Seek&Meet'', Volunia attraverso una barra superiore onnipresente permette di conoscere chi sta leggendo la stessa pagina Web, e contemporaneamente, offre servizi per orientarsi in rete.

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico