Year in Hashtag: il 2011 secondo Twitter

yearinhashtag

Quali sono stati i temi più discussi (e cliccati) del 2011? A raccontarlo è Twitter che ha riassunto nel sito YearinHashtag il 2011 visto dagli occhi digitali del microblogging. E tra gli hashtag più popolari di quest'anno non potevano di certo mancare la morte di Steve Jobs, gli scontri in Egitto e in Libia, riassunti sotto la chiave primavera araba, e il terremoto in Giappone.

Con una suddivisione per mesi e per luoghi, il sito ha riassunto attraverso le immagini quali sono stati gli hashtag più cliccati del 2011, quelli di cui tutti abbiamo discusso. Nel nostro paese, quest'anno, tra i temi più dibattutti, vi sono stati: #AllertaMeteoLG, #Amminstrative2011, #NoTav e #aeiouy, mentre in Europa tra i più seguiti vi sono stati #150, la manifestazione Global Change del 15 ottobre scorso, il matrimonio reale di William e Kate (#Royaledding), ma anche la strage di Oslo (#Oslo), la morte di Amy Winehouse (#AmyWinehouse) e le rivolte degli Indignados in Spagna (#SpanishRevolution).

In America, invece, troviamo gli hashtag di Steve Jobs (#iSad), #OccupyWallStreet, che ha testimoniato le manifestazioni per le strade della piazza finanzaria più famosa al mondo e #BinLaden.

Nel resto del mondo, non potevano di certo mancare #Japan per il terremoto che ha colpito il Giappone lo scorso 11 marzo, che si trascina dietro la paura per il disastro nucleare, #LondonRiots per gli scontri di Londra, #Mubarak per le dimissioni del presidente egiziano.

E voi? Quali sono stati gli argomenti di cui avete più parlato nel 2011?

Francesca Mancuso

Cerca