Il cielo di ottobre, tra "stelle cadenti" ed eclissi di luna

cometa5curiosita

Sebbene l'estate ci abbia da poco lasciati, le serate sono ancora abbastanza belle e serene da poter godere ancora delle meraviglie notturne del cielo di ottobre. Pianeti da localizzare, stelle da ammirare ed anche un'eclissi coinvolgeranno gli appassionati di tutte le latitudini.

Iniziamo dando qualche direttiva riguardo la visibilità di alcuni pianeti. Saturno, molto basso nel cielo, sarà occultato dalla Luna, ma comunque distinguibile. Marte, appena sopra Antares nella costellazione dello Scorpione, vedrà farsi visita dalla cometa Siding Spring. Questa lo avvicinerà di circa 135 mila chilometri il 19 ottobre. E tale evento verrà ricordato come il massimo avvicinamento di qualsiasi cometa al pianeta Marte o alla Terra. Gli unici pianeti ben visibili saranno Nettuno e Urano, oggetti binoculari rispettivamente in Acquario e in Pesci.

Ma le vere attese saranno le stelle cadenti o sciami meteorici che prolungheranno le notti estive. È la Luna, al suo plenilunio l'8 ottobre, permetterà una favorevole osservazione a quanti avranno ancora desideri da realizzare o quanti corrano cimentarsi con la fotografia astronomica. La più cospicua caduta di meteore sarà quella delle Orionidi, le quali seguiranno quella della Delta Aurigidi, previste per il 4 ottobre, solo parzialmente disturbate dal chiarore lunare.

Subito a seguire, dunque, le Draconidi l'8 ottobre. E, sfortunatamente, proprio queste saranno le più penalizzate dalla luce lunare. Lo sciame forse più atteso, quindi, sarà come anticipato quello delle Orionidi, il cui apice si raggiungerà tra il 21 e il 22 di ottobre. Queste sono i residui della cometa Halley e saranno localizzabili dopo la mezzanotte e a nord di Betelgeuse. Come spesso avviene, gli sciami di stelle cadenti avranno intensità varia. Quindi è bene osservare il cielo anche nei giorni precedenti e successivi il culmine di attività.

Infine, per tutto il mese, il filo conduttore sarà quello scandito dalle Tauridi. Queste sono principalmente intense a novembre, ma anche ad ottobre cominciano a splendere nella costellazione della Balena.

Come anticipato, anche le eclissi avranno la loro parte. Tuttavia, nessuna delle due attese per il prossimo mese saranno visibili dall'Europa. La Luna verrà a trovarsi nascosta dall'ombra della Terra l'8 ottobre. Assisteremo, dunque, ad un'eclissi totale lunare. Durante i 59 minuti del fenomeno, la Luna "arrossirà" il proprio volto, regalando splendide suggestioni.

La seconda delle eclissi del mese, coinvolgerà il Sole. Si tratterà di un'eclissi solare parziale ed avrà luogo il 23 ottobre. Per ammirarla, occorrerà spostarsi nel Nord America e nel Pacifico.

Ancora una volta, la volta celeste non smentirà quanto a bellezze.

Federica Vitale

LEGGI anche:

- Quando il cielo stellato fa da sfondo alla guerra

- Il cielo notturno in timelapse a 360 gradi

Cerca