La Grande macchia rossa di Giove sta scomparendo?

Grande macchia rossa1

La Grande Macchia Rossa di Giove sta diventando sempre più piccola. Più vasta della Terra per dimensioni, la caratteristica distintiva del gigante del nostro sistema solare pare si stia restringendo sempre di più fino a raggiungere una forma quasi circolare. A scoprirlo le osservazioni del telescopio spaziale Hubble.

Inizialmente ovale, la macchia rossa è una tempesta anticiclonica vorticosa il cui diametro oggi si aggira attorno ai 16mila km. Dal 1930, gli astronomi ne stanno seguendo il ridimensionamento. Le osservazioni storiche effettuate dalla fine del 1800 hanno calcolato che la tempesta doveva essere grande 40.225 km sul suo asse longitudinale.

Ma le sonde Voyager 1 e Voyager 2 della Nasa, durante il loro volo ravvicinato a Giove nel 1979, si accorsero che la Grande Macchia Rossa misurava 23.330 km. Qualche anno dopo, nel 1995 una foto scattata da Hubble mostrò che l'asse longitudinale della macchia era sceso ulteriormente fino a raggiungere il diametro di 21mila km mentre l'ultima misura prima di questa risaliva al 2009 ed era pari a circa 18mila km.

Ma cosa sta accadendo? Al momento solo ipotesi. Ciò che è certo è che a partire dal 2012, le osservazioni amatoriali hanno rivelato un notevole aumento del tasso col quale la macchia si sta riducendo – quasi un km all'anno - cambiando la sua forma da ovale a circolare.

“Nelle nostre nuove osservazioni risultano vortici molto piccoli che si stanno alimentando nella tempesta “, ha detto Amy Simon del Nasa Goddard Space Flight Center di Greenbelt. “Abbiamo ipotizzato che essi possono essere responsabili di questo cambiamento accelerato alterando le dinamiche interne e l'energia della Grande Macchia Rossa”.

Grande macchia rossa

La Grande Macchia Rossa condivide alcune caratteristiche con gli uragani sulla Terra , tra cui i movimenti circolari e i forti venti. A differenza di un uragano, però, essa ruota in senso antiorario. La macchia rossa è anche un sistema ad alta pressione in cui l'aria sale al contrario degli uragani che sono invece sono sistemi a bassa pressione. Uno dei motivi per cui la tempesta di Giove potrebbe essere durata così a lungo è che non vi è alcuna superficie solida che ne diminuisce l'energia. Gli uragani, invece, perdono forza quando raggiungono terra.

All'interno della macchia rossa, i venti possono raggiungere i 650 kmh di velocità. La causa esatta della colore rosso è ancora un mistero. Una delle teorie riguarda il fatto che il materiale tirato verso l'alto dall'atmosfera di Giove diventa rosso quando viene raggiunto dalla luce solare ma questo colore cambia. Non è sempre brillante ma alcune volte è molto più chiaro.

Francesca Mancuso

Foto: Hubble

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Giove, mai stato cosi' dolce: le immagini dei pianeti-torta

Piovono diamanti su Giove e Saturno

Voyager 1: le immagini del lungo viaggio nel sistema solare

Cerca