Sistema solare: non e' alla periferia della Via Lattea

via lattea

Gli astronomi, da sempre impegnati nello studio della Via Lattea, hanno di recente affermato che il sistema solare nel quale ci troviamo è in, qualche modo, un'area centrale della Via Lattea. Sarebbero quindi confutate le teorie che volevano al contrario la Terra e i suoi compagni nelle zone periferiche della nostra galassia.

Il nostro sistema solare si trova tra due grandi bracci a spirale della galassia in una struttura chiamata "braccio locale" che, sebbene si pensasse potesse essere solo una piccola parte di questo tutto infinito, invece è molto più simile alle grandi braccia adiacenti. Tanto da poter rappresentare in realtà un probabile ramo che nasce da una di queste braccia.

"La nostra nuova prova suggerisce che il braccio locale dovrebbe apparire come una caratteristica importante della Via Lattea", ha affermato Alberto Sanna, dell'Istituto Max-Planck, in occasione di una riunione dell'American Astronomical Society, a Indianapolis.

Gli astronomi hanno a lungo lottato per determinare la struttura della Via Lattea, uno sforzo reso difficile dalla posizione della Terra e del sistema solare, che si trovano al suo interno. Mentre ci sono altri studiosi che, da tempo, concordano sul fatto che la galassia possegga una struttura a spirale. Ci sono, quindi, dei disaccordi su quante braccia o filamenti realmente abbia tale spirale e opinioni discordi circa la loro specifica posizione.

via lattea terra

I ricercatori, per le loro osservazioni, hanno usato la visione radiotelescopica del più grande osservatorio al mondo, il Baseline Array Very Long della National Science Foundation. L'obiettivo era quello di compiere nuove misurazioni. Queste hanno portato ad un aggiornamento dello stato del braccio locale entro il quale il sistema solare risiede, ossia una posizione tra due grandi bracci a spirale della galassia, il Braccio del Sagittario e il Braccio di Perseo. "Sulla base di entrambe le distanze che abbiamo rilevato, il nostro braccio locale non è uno protuberanza", ha chiarito ancora Sanna. "Si tratta di una struttura importante, forse un ramo del Braccio di Perseo o, eventualmente, un segmento di braccio indipendente".

Federica Vitale

Leggi anche:

- Programma Seti: difficile trovare vita aliena nella Via Lattea

- Scoperta la più grande galassia a spirale di sempre

Cerca