Earth at night: la Terra notturna in HD

terra notte1

La Terra come non l'abbiamo mai vista. A regalare questa affascinante immagine notturna del nostro pianeta, nota come Earth at night, è stato il satellite Suomi NPP. Ci sono volute 312 orbite complete per ottenere un'immagine nitida di ogni area della superficie terrestre e delle isole.

I dati sono stati acquisiti mettendo insieme quelli salvati durante i 9 giorni di osservazioni effettuate nell'aprile di quest'anno e durante i 13 giorni di ottobre. A realizzare l'immagine sono stati gli scienziati del Noaa in collaborazione con i colleghi della Nasa che hanno presentato ieri questa istantanea senza precedenti della Terra di notte. Le immagini rivelano il bagliore dei fenomeni umani e naturali in tutta l'intera Terra in modo più dettagliato rispetto al passato. Lo strumento in grado di catturare le immagini nelle notti con o senza luna, è in grado di produrre immagini nitide dell'atmosfera terrestre, della terra e delle superfici oceaniche.

Un'impresa non molto semplice se si considera che molti dei satelliti di oggi sono in grado di fotografare la Terra durante il giorno, quando si possono osservare oggetti relativamente luminosi in particolare quelli illuminati dal sole. Ma il Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS) di cui è dotato il satellite Suomi NPP ha permesso di estendere la visione dell'atmosfera terrestre e della superficie del pianeta anche durante le ore notturne.

VIIRS rileva la luce in una gamma di lunghezze d'onda dal verde al vicino infrarosso e utilizza tecniche di filtraggio per osservare anche segnali deboli come le luci della città, le torce a gas, le aurore, gli incendi, e riflette il chiaro di luna. In questo caso, però, alcune fonti di luce tra cui aurore e incendi sono stati rimossi per sottolineare le luci della città. Le immagini globali composite sono state montate raccogliendo un grande set di dati, cercando di fotografare la Terra quando era priva di nuvole.

"È come avere tre telecamere simultanee per la scarsa luminosità che operano in una sola volta e prendono il meglio a seconda di dove stiamo guardando", ha detto Miller, che ha partecipato allo studio. L'immagine si aggiunge alla famosa Blue Marble in cui la Terra è stata mostrata in HD, e alla visione del pianeta dal Polo Nord.

I risultati ottenuti sono stati presentati al meeting annuale della American Geophysical Union a San Francisco.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Blue Marble 2012: la Terra vista in HD

- Blue Marble 2012: la Terra vista...dal tetto

Cerca