Hubble osserva uno strano esopianeta con la coda

immagine

Si chiama HD 209458b e si trova 153 anni luce dalla Terra. Si tratta di un esopianeta della stessa grandezza di Giove, la cui caratteristica principale è quella di possedere una coda, simile a quella delle comete.

Ed è proprio sulla sua scia che l’attenzione degli scienziati si è concentrata. È dal 2003 che essi sostengono l’ipotesi che i venti stellari siano così forti da spazzare l’atmosfera del pianeta, modellando polveri e gas con la caratteristica forma di una coda.

“Abbiamo misurato la velocità dei gas provenienti dal pianeta, alcuni diretti verso la Terra. La spiegazione più convincente è che quel che abbiamo misurato sia proprio la velocità dei materiali presenti nella sua scia”. A parlare è Jeffrey Linsky che, insieme ad alcuni colleghi dell’Università del Colorado, sta guidando il team di scienziati nella ricerca, grazie al supporto dell’Hubble Space Telescope’s Cosmic Origins Spectrograph.

HD 209458b non è una nuova conoscenza. Si tratta infatti del primo pianeta extrasolare scoperto mentre transitava accanto alla sua stella madre. Lo studio su questo pianeta è interessante perché permetterà agli astronomi di analizzare la struttura e la composizione chimica della sua atmosfera, utilizzando alcuni campioni di luce attraverso i suoi gas. Infatti, quando il pianeta passa davanti ad una stella, assorbe circa l’1,5% della sua luce. Aggiungendo la sua atmosfera, gli astronomi ottengono un 8% che indica la sua sostanziale composizione atmosferica.

“I gas scorrono ad altissima velocità e un grosso quantitativo gassoso fluttua verso di noi a 22.000 miglia l’ora. Si deve a questo veloce fluire del gas, spinto dai venti stellari, la caratteristica forma di coda di cometa che segue il pianeta”, spiega Linsky .

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista The Astrophysical Journal dello scorso 10 luglio. 

Federica Vitale

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico