Scoperto il sosia della Terra, il pianeta blu

esopianeta colori

Sembra simile alla Terra ma vivere lì è tutt'altro che confortevole. È il pianeta blu osservato dal telescopio spaziale Hubble. Il suo vero nome in realtà è HD 189773b ed è il primo esopianeta di cui è stato possibile osservare il colore.

Non è abitabile però. La sua superficie vanta una temperatura di 1.000 gradi Celsius. Nonostante le apparenza e la somiglianza alla Terra, almeno nell'aspetto, su HD 189773b sarebbe impossibile vivere. Oltre alle elevate temperature, sul pianeta si verifica un fenomeno molto particolare: una sorta di pioggia di vetro.

Il colore probabilmente è dato dalle particelle di silicato presenti nell'atmosfera del pianeta, con dispersioni della luce blu. A causa della temperatura superficiale del pianeta, le particelle potrebbero condensare fino a formare vetro. Questi grani di vetro si muovono nell'atmosfera ad una velocità di circa 7000 chilometri all'ora, spinti dai venti.

Per la prima volta, dunque, grazie alle osservazioni effettuate da Hubble è stato possibile effettuare la prima misurazione del colore visibile di un pianeta extrasolare.

HD 189773b si trova a circa 63 anni luce di distanza dalla Terra ed è per questa sua vicinanza uno degli esopianeti più vicini alla Terra osservabili con il metodo del transito.

Questo pianeta è stato studiato bene in passato, sia da noi che da altri”, ha detto all'Inaf Frédéric Pont, dell’Università di Exeter, nel Regno Unito, leader del programma di osservazione di Hubble e uno degli autori della scoperta. “Misurare il suo colore è un vero e proprio primato, è come se fossimo in grado in grado di osservarlo direttamente”.

Come hanno fatto gli scienziati a coglier il colore dell'esopianeta? È bastato misurare la quantità di luce riflessa dalla sua superficie, nota anche come albedo. “Abbiamo visto che la luminosità di tutto il sistema diminuisce nella parte blu dello spettro quando il pianeta passa dietro la sua stella”, ha aggiunto Tom Evans dell’Università di Oxford. “Da questo, possiamo dedurre che il pianeta è blu, perché il segnale è rimasto costante rispetto a gli altri colori che abbiamo rilevato.

Francesca Mancuso

Foto: ESA

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Esopianeti abitabili: a soli 13 anni luce dalla Terra

- Keplero: scoperti altri 461 esopianeti potenzialmente adatti alla vita

- I 7 esopianeti abitabili

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico